2018: bollette alle stelle. 8 consigli per risparmiare

Ecco le soluzioni innovative e tecnologiche degli esperti per risparmiare sulle bollette delle utenze di casa.

0 625

Da gennaio le tariffe di gas e luce si alzano di circa il 5%, con una media di 79 euro l’anno a famiglia. Ecco come risparmiare grazie a soluzioni innovative e tecnologia.

[kelkoogroup_ad id="13540" kw="nature" /]

1 – CONTROLLARE I CONSUMI REALI

Bisogna conoscere i consumi energetici per intervenire sugli sprechi. Alcune start up e aziende propongono dei sistemi innovativi per farlo. La torinese Midori ha brevettato Ned, uno smart meter (misuratore di consumi elettrici intelligente) made in Italy che permette di tenere sempre sotto controllo i consumi energetici degli elettrodomestici di casa, attraverso un solo strumento di misura. Ned permette di avere una previsione di spesa mensile sempre aggiornata e avvisa in anticipo quando si sta per superare la soglia del budget previsto, segnala l’inefficienza o il buon funzionamento degli elettrodomestici, aiuta anche a scegliere quello più adeguato alla classe energetica, alla composizione del nostro nucleo familiare e alle nostre esigenze di spesa.

2 – LAMPADINE A LED E PANNELLI FOTOVOLTAICI

Utilizzando lampadine a Led anziché a fluorescenza, è possibile ridurre i consumi dell’illuminazione fino al 60%; l’installazione di pannelli fotovoltaici, invece, consente ai proprietari di autoprodurre energia, con un risparmio medio stimato fino al 60%.

3 – GEOTERMIA E SOLARE TERMICO

Riguardo ai consumi di gas, si può optare per un sistema di riscaldamento geotermico, con un taglio medio della bolletta tra il 60% e l’80%, mentre il solare termico permette una riduzione di circa il 40%. Con un isolamento adeguato della casa si può tagliare fino al 30% dei consumi complessivi.

4 – ELETTRODOMESTICI DI ULTIMA GENERAZIONE

Per risparmiare energia elettrica è consigliabile acquistare elettrodomestici con la lettera A (di classe A), ad alta efficienza energetica. Spesso quelli più efficienti costano di più,è vero, ma il risparmio si vedrà in seguito, con la riduzione dei consumi.

5 – CAMBIA FORNITORE

È importante comparare le tariffe di diversi fornitori e scegliere la più adatta al proprio tipo di consumi. I comparatori SOStariffe.it, Facile.it, Segugio.it chiedono di inserire il Cap di residenza e compilare moduli per stimare i propri consumi (tenete la bolletta a portata di mano per compilare tutti i campi in modo adeguato). Una volta ottenuti i risultati comparirà la classifica delle offerte migliori con la possibilità di procedere con l’abbonamento. A questo link i suggerimenti per scegliere il comparatore più adeguato.

6 – USA LE APP 

La domotica cambierà le nostre abitudini. I dispositivi Internet of Things possono aiutarci a gestire meglio i consumi in casa, anche a distanza. Pensate di poter gestire il riscaldamento da remoto, accendendolo solamente quando è necessario. Quando, per esempio, si sta per rientrare a casa. Una casa connessa consente inoltre di evitare spese inutili dovute a dimenticanze o sviste: hai lasciato il condizionatore acceso e sei uscito? Puoi spegnerlo a distanza grazie a un’app.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.