22 aprile: Giornata della Terra. Consigli per una Pasquetta green

0 274

22 aprile: da quasi cinquant’anni in tutto il mondo si celebra la Giornata della Terra, un momento per riflettere su temi importanti come la protezione dell’ambiente e la salvaguardia di ogni forma di vita e delle risorse naturali. Quest’anno la ricorrenza cade il lunedì 22 aprile, la Pasquetta, una giornata che per tradizione si trascorre all’aria aperta, magari con un pic nic, una passeggiata in spiaggia o una gita fuori porta. “Mi fa piacere che quest’anno ci sia una coincidenza di queste date, la Giornata della Terra è un po’ come il compleanno del nostro pianeta, un giorno in cui dobbiamo rivolgergli un pensiero in più, e, magari, trascorrerlo proprio a contatto con lui. – Ha detto Barbara Molinario, Presidente di Road to green 2020, associazione per la promozione della sostenibilità. – E visto che è scortese presentarsi ai compleanni a mani vuote, ecco potremmo fare un bel regalo alla Terra, quello di adottare, almeno per questo giorno, una serie di comportamenti corretti, e, magari, mantenerli anche nei giorni a venire”.

[kelkoogroup_ad id="13540" kw="nature" /]

GIORNATA DELLA TERRA: COSA FARE E COSA NON FARE

  • Acqua: un bene preziosissimo per la sopravvivenza di ogni forma di vita. Talvolta, si può avere l’impressione che sia una risorsa inesauribile, ma non è assolutamente così! Impariamo a prestare attenzione e a non sprecarla. Per esempio, chiudete sempre il rubinetto mentre vi lavate i denti o vi insaponate i capelli sotto la doccia. In generale, non lasciate mai scorrere l’acqua se non la state utilizzando.
  • Spegnete le luci non necessarie: se lasciate una stanza, non ha senso che la luce resti accesa, se vi trovate in cucina, spengete le lampade nel corridoio. Imparate anche a ottimizzare il dispendio energetico, ovvero, se state leggendo un libro a letto o in poltrona, non serve la luce di un intero lampadario, magari con 5 o 6 lampadine, meglio un abat-jour o una lampada più piccola. Ne guadagnerete anche in bolletta.
  • No alla plastica: piatti e bicchieri usa e getta sono pratici e veloci, ma hanno un enorme impatto ambientale, così come le buste di plastica. Almeno per questo giorno, scegliamo le alternative compostabili, come le stoviglie usa e getta ottenute da scarti alimentari. Portate, inoltre, sempre con voi delle sportine in stoffa, ne esistono anche di molto resistenti. Potrete riutilizzarle infinite volte.
  • Pic nic pulito: le scampagnate sono belle, ma bisogna avere cura di lasciare tutto come si è trovato. Niente spazzatura lasciata a terra! Portate con voi diversi sacchetti, nei quali potrete mettere i rifiuti prodotti, suddividendoli per tipo di materiale, così da smaltirli poi nel modo adeguato.
  • Svuotiamo il frigo: lo spreco alimentare è un enorme problema della società occidentale. Molti alimenti o gli avanzi dei pasti precedenti, finiscono essere per essere dimenticati, scadendo o andando a male. Prestiamo maggiore attenzione, su internet è possibile trovare moltissime ricette per utilizzare gli avanzi. Magari, potete decidere di metterli nel cestino del pic nic di Pasquetta.
  • Riduciamo i rifiuti: da tempo è stato lanciato il movimento Zero Waste, che invita i sostenitori ad adottare comportamenti per ridurre al minimo la produzione di rifiuti. Per dare il proprio contributo, basterebbe fermarsi a pensare se ciò che stiamo per gettare via, può essere riutilizzato almeno un’altra volta in qualche modo. Un piccolo passo, che potrebbe, però, dare grandi risultati.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.