A Rimini apre Ecomondo, protagonista la Green economy

0 103

La tecnologia al servizio dell’ambiente. Per un futuro green, robot, droni e nuove app per tenere sotto controllo i consumi e ridurli, a casa, in ufficio e anche a scuola.

[kelkoogroup_ad id="13540" kw="nature" /]

Le tecnologie sono sempre più al servizio della green economy in Italia, che da oggi a venerdì si ritrova a Rimini per la nuova edizione di Ecomondo. Il ministro all’Ambiente Gian Luca Galletti ha tenuto a battesimo la grande fiera dedicata all’ambiente e al risparmio energetico (in contemporanea si svolge il salone di Key Energy).

Quest’anno sono previsti 1200 espositori, 9mila buyer da 60 Paesi e oltre 100mila visitatori. In programma anche 60 eventi con mille relatori. Si calcola che in Italia siano 385mila le imprese coinvolte in materie ambientali e che il settore verde possa creare 190mila posti di lavoro in più da qui al 2030.

Al centro di Ecomondo quest’anno è protagonista il ciclo integrato di gestione dei rifiuti, dopo che l’Europa ha posto, fra i principali obiettivi in tema ambientale, quello di innalzare la percentuale di rifiuti riciclati. E l’Italia, secondo le ultime statistiche, è diventata faticosamente il Paese che in Europa ricicla di più, in percentuale, i rifiuti urbani che industriali, mentre la Germania vanta il maggiore quantitativo di rifiuti riciclati.

Ma nei quattri giorni di Ecomondo si parlerà anche di energie rinnovabili e delle nuove soluzioni per il risparmio energetico.

Nella sezione Città sostenibili saranno presentati le case history di Portland e San Leandro, negli Stati Uniti, esempi virtuosi per i sistemi adottati per efficienza energetica, riduzione dell’inquinamento e connessioni alla Rete sempre più veloci grazie a un’avanzata rete di fibra ottica. Dai ricercatori italiani dell’Enea arriva invece la nuova app che permettere di misurare i consumi energetici e la vulnerabilità sismica degli edifici scolastici. Saranno protagoniste anche la robotica e l’intelligenza artificiale, con nuove soluzioni per il monitoraggio di laghi e fiumi, già sperimentate anche nel lago di Garda.

“Questa non è più la fiera della green economy – ha spiegato il ministro Gian Luca Galletti inaugurando l’evento -, è una vera fiera dell’economia italiana e dell’economia globale. Abbiamo un mercato potenziale fortissimo fuori dall’Italia proprio perché in questi anni abbiamo sviluppato tecnologie e buone pratiche che oggi possiamo esportare e credo che questo sia il luogo giusto per metterle in mostra e anche per poterle vendere”.

Arianna Pinton

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.