Apple Park, ecco come è oggi il nuovo quartier generale

Il volo del drone mostra la spettacolarità degli edifici a forma di ciambella e soprattutto la novità dell'assenza del cantiere.

0 619

Apple Park, arriva un nuovo video in cui è mostrato il nuovo quartier generale di Apple dopo le ultime sistemazioni del giardino centrale. Lo stupore è ovviamente relativo, perché da quando Apple ha ufficializzato la costruzione della sua nuove sede, abbiamo visto moltissime immagini e sopratutto video, di quello che oggi è la nuova struttura operativa del colosso di Cupertino. I droni hanno sorvolato sempre più spesso durante i lavori la zona di Apple Park regalando immagini che da terra non sarebbe stato possibile vedere. I lavori del nuovo quartier generale di Tim Cook sono praticamente tutti terminati e il nuovo edificio “astronave” può definirsi finalmente concluso.

[kelkoogroup_ad id="13540" kw="nature" /]

L’ULTIMO VIDEO – Messo online pochi giorni fa, il video mostra Apple Park senza più operai in giro per i lavori di cantiere e con la folta vegetazione che fa da contorno a quello che risulta uno dei complessi più ecologici al mondo. A differenza di gran parte dei filmati apparsi in precedenza, questo nuovo video Apple Park si concentra totalmente sull’edificio principale ad anello, tralasciando così le palazzine dedicate a ricerca e sviluppo, il centro fitness e persino trascurando lo Steve Jobs Theater. Ma la visione è consigliata per tutti i fan di Apple e anche di architettura: il filmato infatti offre riprese mozzafiato e inquadrature spettacolari che permettono di ammirare ancora meglio il «Quartier generale più bello del mondo» come aveva promesso Steve Jobs alla presentazione del progetto.

UN’ASTRONAVE A CIAMBELLA – Dalle immagini a volo d’uccello si osserva l’edificio pricipale a forma di astronave all’interno del quale spicca il giardino con diversi tipi di vegetazione e un immenso prato completamente verde. Sono presenti numerosi alberi e anche un laghetto e un percorso per i dipendenti di Apple per liberare la mente durante le ore di lavoro. L’edificio sembra integrarsi davvero molto bene con il resto dell’ambiente grazie a un preciso lavoro architettonico che ha visto il posizionamento dei pannelli solari integrati direttamente nell’edificio. Apple Park è finalmente concluso e d’ora in avanti tutti i dipendenti dell’azienda potranno dedicarsi al proprio lavoro in un ambiente decisamente più bello e vivibile rispetto a prima.

IL PARCHEGGIO SOTTERRANEO – Raramente un parcheggio suscita interesse, a meno che non sia stato progettato da un’azienda attenta al design come Apple. Ecco il primo sguardo ai parcheggi sotterranei del nuovo Apple Park. Come precisa iPhoneitalia, questo video è stato realizzato da un autista di Lyft.

VETRATE PERICOLOSE – L’edificio di forma circolare costato 5 miliardi di dollari (oltre 4 miliardi di euro), nato da un’idea di Steve Jobs e progettato in collaborazione con lo studio internazionale Foster + Partners, doveva essere, nei piani del fondatore di Apple, una sorta di tempio del design: in buona parte costruito in vetro, è rivestito con le più grandi vetrate curve mai realizzate, in un capolavoro di trasparenza godibile soprattutto… da fuori. Per i 13mila lavoratori che da gennaio vi sono stati trasferiti, le pareti di vetro di alcuni ambienti si sono trasformate in una trappola: i giornali californiani riportano di almeno tre episodi di scontri frontali degli impiegati con le pareti di vetro, talmente pulite e trasparenti da risultare indistinguibili dalle porte automatiche (anch’esse in vetro). Non è chiaro in quanti, finora, si siano feriti, ma il giornale locale San Francisco Chronicle riporta di tre casi di chiamate al 911, incluso quello di un uomo che si è aperto il sopracciglio e ha dovuto essere medicato con alcuni punti di sutura. Il problema era stato in parte presagito dal responsabile dei lavori, Albert Salvador, il quale alcuni mesi fa aveva personalmente rilevato il problema. Si racconta che mentre Salvador segnalava a un funzionario dei vigili del fuoco i pericoli relativi all’accesso alla caffetteria, le cui pareti di vetro si estendono dal pavimento al soffitto, un dipendente di Apple fosse andato a sbattere contro una “finta porta”, dimostrando appunto la concretezza del problema.

VISITA UFFICIALE ALL’APPLE PARK – Pochi giorni fa era stato invece caricato su youtube questo video che vuol essere una sorta di visita virtuale.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.