Arabia Saudita: al via il nuovo maxi progetto da 2,6 GW di energia solare vicino alla Mecca

0 274

Arabia Saudita: è in cantiere un gigantesco progetto per sfruttare l’energia solare nella provincia della Mecca. Il nuovo ambizioso piano di sviluppo solare è stato presentato ufficialmente dal governo saudita in occasione del Makkah Economic Forum. Si chiamerà Al Faisaliah Solar Project, impianto fotovoltaico da ben 2,6 GW di capacità che permetterà al territorio di ottimizzare l’uso delle fonti fossili. I primi 600 MW dell’Al Faisaliah Solar Project erano già stati annunciati alla fine di gennaio 2019 come parte di un invito a manifestare interesse per il secondo round di aste solari. Dopo la prima fase d’asta, conclusasi con l’assegnazione del progetto fv Sakaka da 300 MW ad ACWA Power, il Regno è pronto a mettere in gara ben 1,5 GW di energia solare attraverso sette progetti differenti (Al Faisaliah Solar Project incluso). “Con una capacità di generazione combinata di 1,51 GW – si legge in una nota stampa del Ministero – i sette progetti forniranno energia sufficiente per alimentare 226.500 famiglie […] l’investimento totale dovrebbe essere di circa 1,51 miliardi di dollari, creando oltre 4.500 posti di lavoro durante le fasi di costruzione e manutenzione”I nuovi progetti rientrano nel più ampio piano saudita di realizzare sul territorio almeno 60 GW di rinnovabili entro il 2030.

[kelkoogroup_ad id="13540" kw="nature" /]

AL VIA IL BANDO DI GARA – Il governatore della provincia ha già firmato un memorandum d’intesa con Khalid Al-Falih, ministro per l’energia, l’industria e le risorse minerarie del paese. Secondo l’accordo quest’anno l’Ufficio per lo sviluppo di progetti di energie rinnovabili (Repdo) offrirà 600 MW in una gara pubblica, mentre il Fondo per gli investimenti pubblici – un fondo sovrano sovranazionale gestito da governi insieme a diversi partner –implementerà direttamente gli altri 2.000 MW“Il MoU – ha dichiarato il ministro  – è in linea con la Visione dell’Arabia Saudita 2030 realizzata dal Regno e con gli sforzi del Ministero dell’Energia per diversificare il sistema energetico al fine di raggiungere un mix sostenibile”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: FOTOVOLTAICO, IN 10 ANNI ARRIVERà LA GRID PARITY GLOBALE

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: IMPIANTO FOTOVOLTAICO, AL VIA IL PIù GRANDE DEGLI USA SU UNA DISCARICA

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: FOTOVOLTAICO, POSSIBILI 20MILA NUOVI ADDETTI IN ITALIA

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.