Audi e Hyundai, accordo per moduli fuel cell per le future auto a idrogeno

Sottoscritta una partnership per lo scambio di brevetti su questa tecnologia al fine di anticipare la produzione di serie.

0 77

Audi e Hyundai si accordano nel settore delle celle a combustibile alimentate a idrogeno. L’intesa firmata dalle due Case automobilistiche prevede lo scambio reciproco di brevetti collegati ai veicoli elettrici in cui l’energia viene fornita dalle fuel cell, ma – come spiega il sito specializzato Autoactu – a beneficiare di questa condivisione saranno tutti i partner dei due gruppi, cioè Kia sul fronte sudcoreano e i vari brand di Volkswagen AG su quello tedesco. Dalle prime anticipazioni sarà un suv sportivo in grado di abbinare comfort e un’ampia autonomia. Con l’accordo di scambio dei brevetti con Hyundai si guarda già al prossimo step di sviluppo mirato all’incremento dell’offerta di mercato in questo settore.

L’OBIETTIVO – Con questo accordo, al momento in attesa dell’approvazione da parte dell’ente di vigilanza, le due aziende hanno pianificato l’interscambio di brevetti e l’accesso a componenti non competitivi. L’obiettivo comune dell’iniziativa è quello di riuscire a portare le celle a combustibile alla produzione di serie  nel modo più veloce e più efficiente possibile. Audi e Hyundai stanno esplorando una collaborazione di più ampio respiro per sviluppare concretamente la tecnologia sostenibile rappresentata dalle celle a combustibile. Nonostante questa tecnologia sia relativamente giovane, Audi lavora sul concept fuel cell da almeno venti anni e il primo prototipo è stato A2H2 nel 2004, seguito da Q5 HFC nel 2008.

Per garantire lo sviluppo nel tempo di questa tecnologia – ha commentato Peter Mertens, responsabile R&D di Audi AG – la cooperazione è il miglior modo di ottimizzare le strutture e i costi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: L’AUTO LOUNGE DI TOYOTA, VIAGGIARE A IDROGENO

I PASSI SUCCESSIVI – Nella prima fase della collaborazione sarà appunto Audi – che all’interno del Gruppo di Wolfsburg ha la responsabilità per lo sviluppo dei veicoli a idrogeno – ad accedere ai gruppi principali, alla componentistica e alle altre esperienze acquisite da Hyundai nella realizzazione di ix35 Fuel Cell e Nexo. Ma a medio termine l’aumento della produzione da parte di Mobis (azienda del Gruppo Hyundai) dei moduli alimentati a idrogeno potrebbe portare ad un radicale calo dei costi industriali, oggi ancora penalizzanti per questo tipo di veicoli ‘green’ al 100% e dare così vantaggi a tutte le parti coinvolte.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: IBRIDA A IDROGENO, LA NUOVA CITY CAR

IL GRUPPO VOLKSWAGEN – Spetta ad Audi AG il compito di sviluppare la tecnologia a celle a combustibile che attualmente ha raggiunto la sua sesta generazione. La specifica struttura “Fuel Cell Competence Center” del Gruppo è situata nel sito di Neckarsulm da dove, all’inizio del prossimo decennio, uscirà il primo modello a celle a combustibile destinato alla produzione in piccola serie.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.