Australia riduce l’80% dell’uso di sacchetti in 3 mesi

Nonostante qualche singhiozzo lungo la strada, il consumo di sacchetti di plastica nel vasto continente è diminuito drasticamente.

0 228

Australia, taglio drastico all’utilizzo di buste di plastica in un solo trimestre. Secondo l’Associated Press australiana, citando la National Retail Association, tre mesi dopo che due delle più grandi catene di supermercati hanno vietato i sacchetti di plastica, si stima che si sia così evitato di produrre ben 1,5 miliardi di buste usa e getta. Complessivamente, i divieti introdotti da Coles e Woolworths la scorsa estate hanno comportato una riduzione dell’80% nell’uso complessivo del prodotto monouso in tutto il Paese, ha rivelato il gruppo di vendita al dettaglio. Purtroppo però, a livello nazionale in Australia manca ancora una legge che vieti l’uso dei sacchetti di plastica monouso, nonostante vi sia un crescente movimento per vietare o tassare queste borse così dannose. In tutto il mondo, almeno 32 paesi hanno divieti, secondo ReuseThisBag, la società di borse riutilizzabili.

Alcuni rivenditori stanno segnalando tassi di riduzione fino al 90%“, ha dichiarato David Stout al National News Association.

LE PROTESTE INIZIALI – Inizialmente, come è accaduto anche in Italia, alcuni clienti avevano protestato per il fatto di doversi portare da casa una borsa riutilizzabile. I dirigenti di Woolworth hanno registrato il crollo delle vendite causate da “clienti che non si adeguavano” al divieto di buste di plastica. Coles ha quindi fatto una breve pausa sull’introduzione ma, così facendo, si è attirato parecchie critiche da parte degli acquirenti attenti all’ambiente per aver ricominciato a distribuire i sacchetti di plastica monouso.

In tutto il mondo, almeno 32 paesi hanno divieti, secondo ReuseThisBag, la società di borse riutilizzabili.

L’ADATTAMENTO AI SACCHETTI RIUTILIZZABILI – Ma la buona notizia è che sembra che la maggior parte degli australiani non abbia trovato troppo difficile adattarsi al cambiamento, e questo è fantastico per le nostre discariche, gli oceani e tutto l’ambiente, che sono diventati luoghi di raccolta per i nostri rifiuti di plastica.

MANCA UNA LEGGE NAZIONALE – Secondo EcoWatch, David Stout ha applaudito i progressi ma ha condiviso le speranze che il governo australiano decida di emanare un divieto a livello nazionale. Il New South Wales, lo stato più popoloso dell’Australia, è l’unico che non ha legiferato per eliminare i sacchetti di plastica monouso. “Sono utilizzate ancora un sacco di sacchetti di plastica di piccole e medie dimensioni, in particolare nella categoria alimentare, e mentre sono contento che due catene di supermercati li abbiano eliminati volontariamente, penso che ci sia ancora bisogno di un divieto“, ha detto l’Australian Associated Press.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: DA GENNAIO 2018, SOLO SACCHETTI BIODEGRADABILI PER L’ORTOFRUTTA

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.