Bava di lumaca, 7 cose da sapere prima di usarla

Le proprietà rigeneranti e cicatrizzanti. Ecco perché è l'ingrediente di tendenza di creme per acne, rughe e smagliature.

0 5.914

Bava di lumaca, è l’ingrediente che sta catalizzando l’attenzione di laboratori cosmetici e farmacie. Fa impazzire tutti, star e celeb incluse. Pare faccia miracoli, tant’è che la crema alla bava di lumaca sta invadendo internet con le vendite on line, ma anche gli scaffali di negozi bio o le parafarmacie. Le etichette parlano chiaro: si può scegliere tra la crema viso bava di lumaca o il siero bava di lumaca. Non c’è via di scampo. Si tratta prevalentemente di creme per smagliature, per combattere l’acne, le rughe e per tonificare il generale la pelle. Ma la bava di lumaca, è davvero così efficace o è solo un fenomeno del momento? E soprattutto, come viene estratta? Provoca la sofferenza, o peggio, la morte delle chiocciole, o vi è il loro rispetto in questa nascente – e fiorente – uso di questo rimedio sensazionale? Ecco tutto ciò che abbiamo trovato per chiarirci le idee.

1. LE PROPRIETA’ – La bava di lumaca è una sorta di scudo protettivo prodotto dalla stessa lumaca al fine di muoversi e scivolare sulle superfici proteggendosi dalle aggressioni dell’ambiente esterno. Per la sua estrazione, nulla di cruento: le lumache vengono immerse in acqua dove schiumano. Poi riportare nel loro habitat naturale. La bava di lumaca è ricca di collagene, elastina, acido glicolico, vitamina AE: tutti elementi in grado di rigenerare la pelle. È idratante, nutriente esfoliante.

2. CHE COSA FA AL VISO – Collagene, elastina, acido glicolico, vitamina A ed E: nella bava di lumaca ci sono elementi in grado di rigenerare la pelle. È idratante, nutriente ed esfoliante. Come le più classiche creme di bellezza si usa preferibilmente due volte al giorno, mattino e sera. Mentre su zone più delicate, dove ci siano macchie o cicatrici si può usare anche tre volte. Già dopo il primo mese si vedono i risultati sulle rughe di espressione.

3. RIMEDIO PER L’ACNE – In soli due mesi di utilizzo una crema a base di bava di lumaca è in grado di alleviare notevolmente gli effetti dell’acne. A volte bastano anche tre settimane per vedere i primi risultati: si attenuano i rossori e le infiammazioni. Grazie alla presenza di particolari peptidi, il muco agisce da purificante contro batteri e microorganismi. In più l’acido glicolico funziona da astringente.

4. RIDUCE LE SMAGLIATURE – La bava di lumaca agisce non solo su quelle di recente formazione – quelle che hanno un colore tendente al violaceo – ma anche quelle più chiare, bianco perlacee. Sono le smagliature più difficili da trattare, ma pare che con un utilizzo costante e giornaliero si possano apprezzare i risultati in un paio di mesi.

5. IN GIAPPONE SI USANO VIVE – Si chiama Celebrity Escargot Course è un ricchissimo trattamento antiage: si usano tre lumache, una per guancia e sulla fronte e le si lascia vagare liberamente. Libere e felici di rilasciare le loro secrezioni: un potentissimo mix di proteine, antiossidanti e acido ialuronico.

6. SCIROPPO PER I BIMBI – Tra i rimedi naturali più utilizzati nei bambini piccoli c’è lo sciroppo di bava di lumaca:si usa come fluidificante delle vie respiratorie. In tutti i processi irritativi delle vie respiratorie bronchiali, per sciogliere il catarro e facilitarne l’eliminazione; nella pertosse, nella tosse associata a stati influenzali, para-influenzali ed a bronchiti acute e croniche, per fluidificare il muco al fine di favorirne l’eliminazione.

7. RIMEDIO ANTICO – Ippocrate oltre duemila anni fa diceva che le lumache sono un toccasana per la pelle. Furono nel tempo usate come rimedio naturale contro la tosse e la gastrite. Il vero boom avvenne però intorno agli anni ’80 quando, in Cile, la famiglia Bascuna si rese conto che, coloro che maneggiavano questi animali destinati al mercato alimentare, avevano una pelle soffice, una rivelazione che suscitò l’interesse di studiosi e ricercatori di ogni dove che ne hanno analizzato e verificato i miracolosi effetti .

COME SI ESTRAE LA BAVA DI LUMACA – Le metodologie usate in Italia e nel mondo per estrarre la bava di lumaca sono molteplici. La più conosciuta e usata è l’impiego di macchinari che agiscono con scosse o stimolazioni meccaniche con il fine di massimizzare la raccolta del secreto che, ovviamente, le chiocciole emettono in abbondanza perché sofferenti. Queste pratiche comportano inevitabilmente la morte della quasi totalità delle chiocciole.La stimolazione manuale per estrarre la bava di lumaca è la pratica più onerosa in termine di tempo e quella con minore resa dal punto di vista qualitativo, ma eccellente sotto il profilo qualitativo. Benché naturale, anche questa metodologia ha delle differenziazioni. Alcuni usano stimolazioni molto invadenti, ovvero mescolando le chiocciole con forza e questo, ovviamente, comporta la rottura di molti gusci con conseguente decesso delle chiocciole; altri usano sostanza fastidiose per le chiocciole che, per reazione, emettono bava (sale, aceto…).

IL METODO PIU’ RISPETTOSO PER LE LUMACHE – Vi è chi, al di  del business, ha a cuore la vita delle chiocciole, come nel caso di Helix Valdera 80. Il loro metodo completamente manuale, comporta fasi di paziente e delicata stimolazione manuale, soggetto per soggetto, senza nessuna sostanza in addizione, solo un bastoncino di ovatta con il quale stimolano il soggetto. In seguito a ogni estrazione, immettono le chiocciole dalle quali abbiamo estratto subito nei recinti, dopo averle sciacquate accuratamente, in modo che possano nutrirsi a sufficienza e riposarsi prima in vista della prossima estrazione che, in ogni caso, non avverrà prima di 30 giorni. È stato così constatato nessun decesso in seguito all’estrazione e soli 8 decessi su 1400 chiocciole trattate nei trenta giorni successivi, stabilendo così una percentuale, a 30 giorni dal trattamento, dello 0,5%, una percentuale comunque fisiologica e che si attesta sulla linea della comune mortalità che si sarebbe verificata in ogni caso.

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.