Be.e, lo scooter elettrico di canapa e lino che parla olandese

Un corpo monoscocca in biocomposito e un motore da 4kW è la soluzione per la mobilità urbana pulita offerta da Van.Eko.

0 527

Be.e è lo scooter elettrico leggero e green prodotto ad Amsterdam. Aspetto retrò, pelle bio, motore futuristico, è disegnato e realizzato dalla startup Van.Eko di Amsterdam. Be.e studiato dalla Waarmakers, in collaborazione con l’Inholland University of Applied Sciences e la Npsp Composites, sebbene preveda l’uso di prodotti naturali, offre ottime garanzie di resistenza agli impatti e una grande affidabilità per il guidatore. Il risultato è un mezzo estremamente leggero e robusto al tempo stesso. Insieme al pacco batterie, infatti, dovrebbe pesare appena 100 kg. La Van.Eko assicura che “i pannelli esterni sono così duri e forti che avranno bisogno di parecchi maltrattamenti prima di essere danneggiati”. Ed è talmente sicura di questo da garantire la monoscocca NFC quattro anni. Il progetto si era già fatto conoscere nel 2014: da allora a oggi la società ha dato corpo all’idea iniziale raccogliendo gli investimenti necessari tramite crowdfounding. E oggi sono pronti i primi preordini per un gruppo limitato di acquirenti.

CANAPA, LINO e RESINA BIOLOGICA – I progettisti olandesi volevano offrire qualcosa in più rispetto ai convenzionali motorini elettrici. Quel qualcosa è un corpo monoscocca in biocomposito. Per realizzarlo, la startup è partita da elementi naturali come la canapa, il lino e la resina biologica mixati insieme fino a realizzare una struttura unica che sostiene tutto il carico, eliminando la necessità di un telaio e dei vari pannelli in plastica. l lino, una delle sostanze ritenute più salutari per l’uomo, ricca di omega3, conosce una nuova applicazione nel settore della mobilità, contribuendo, insieme alla canapa e alle fibre di cellulosa, a creare un mezzo di trasporto amico della natura. Tali materiali, denominati nell’insieme NFC, Natural Fibre-reinforced Composites, hanno anche il vantaggio di immagazzinare temporaneamente anidride carbonica (CO2). Come le piante assorbono la CO2 dall’atmosfera, allo stesso modo gli NFC prendono l’anidride carbonica e poi, al termine del ciclo di vita, la restituiscono all’ambiente. Quindi, per ogni quantità di NFC prodotti, un certo tot di CO2 viene sottratta al clima. Un simile processo comporta una riduzione degli eccessi della sostanza nella nostra atmosfera.
Questi materiali, occorre sottolinearlo, sono in grado di sopravvivere dieci anni e al termine della loro vita possono essere riciclati e riutilizzati.

DESIGN E MOTORE – Il parabrezza, aggiungono i progettisti, “è stato rivestito con una pellicola nano struttura e idrofoba che devia le gocce d’acqua e le particelle di sporco”. Le prestazioni tecniche, però, avvicinano Be.e più al mondo delle due ruote leggere che a quello dei motorini. Il motore da 4kW, alloggiato nella ruota posteriore da 13 pollici (quella anteriore è leggermente più piccola), produce 110 Nm di coppia e offre in teoria una velocità massima di 55 km/h, anche se i due modelli prodotti dalla startup limitano la velocità massima a 45km/h e 25km/h.

BATTERIE E AUTONOMIA – Le batterie agli ioni di litio da 2,5 kWh consentono allo scooter elettrico d’avere un’autonomia superiore ai 100 km con una ricarica e una velocità massima di 25km/h. Il valore si abbassa a 70-80 km con velocità maggiori. Per un pieno completo sono necessarie 4 ore. Be.e vanta un’illuminazione a LED e ha con sé un caricabatterie da 600 watt che gli consente di essere caricato ad una velocità di 20 km all’ora. Ciò vuol dire che per ogni ora di tempo di ricarica trascorso si avranno a disposizione 20 km di autosufficienza energetica, persino nelle peggiori condizioni climatiche.

SICUREZZA – Secondo la Van.Eko, il veicolo elettrico ha elevati standard di affidabilità,  una procedura di montaggio meno complessa e richiede poca manutenzione. Garantito cinque anni o 50mila km, qualora presentasse dei problemi, la società assicura di non preoccuparsi. Fino a quando l’eventuale guasto o difetto non sarà risolto, all’utente sarà fornito un temporaneo ricambio. Per dare ai compratori maggiore tranquillità, la casa produttrice aggiunge anche allo scooter uno spray per riparare i pneumatici in caso di gomma a terra. A disposizione del cliente vi è, poi, il servizio on demand fornito dall’ANWB Scooter Service olandese che dovrebbe fornire la giusta assistenza. Per chi sottoscrive il piano dei 50mila km è previsto, in automatico, un abbonamento all’ANWB Scooter Service.

PRE-ORDINE – Van.Eko ha aperto la fase di pre-ordine che continuerà fino al 1 maggio di quest’anno: sia il modello da 25 km / h sia la versione da 45 km / h dovrebbero essere venduti a un prezzo intorno ai 6.900 euro, ma per ora la Van.Eko prevede solo il noleggio. Il prezzo va da un minimo di 140 Euro mensili a un massimo di 170 Euro ed è in relazione ai km percorsi. Le prime consegne sono in programma per la fine del 2018.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.