Bottiglie riutilizzabili, Pizzolorusso conquista il mercato

Phil The Bottle e la lotta alla plastica monouso si fa anche così, grazie a un talento fiorentino attento al green design che spinge a bere acqua potabile.

0 149

Bottiglie riutilizzabili, il designer italiano Emanuele Pizzolorusso ha pensato di idearle per guidarci verso le fontane urbane più vicine. E la lotta alla plastica monouso si fa anche così, grazie a un talento fiorentino attento al green design, parola d’ordine per ogni progettista che si rispetti. Phil The Bottle sono bottiglie d’acqua da mezzo litro – prodotte con resina plastica priva di PBA per il marchio Palomar di Firenze – sono state progettate come alternativa alle bottiglie di plastica per l’acqua monouso e per trovare un posto dove riempirle più facilmente. La plastica monouso ha contribuito a creare enormi isole di spazzatura negli oceani, con il risultato di iniziative come The Ocean Cleanup, lanciata da San Francisco a settembre con l’ambizioso obiettivo di ripulire il Great Pacific Garbage Patch. È possibile riciclare bottiglie di plastica, ma ciò significa consumare molta energia e capita molto spesso che le materie plastiche monouso finiscano comunque in discarica. Pizzolorusso ha rilasciato un’interessante intervista a Dezeen, di cui riportiamo gli stralci più interessanti.

Emanuele PIzzolorusso, il designer italiano che ha ideato Phil The Bottle.

COMODA, PRATICA, UTILE – “Ho lavorato su quella che ritenevo fosse la migliore dimensione per contenere mezzo litro, inoltre doveva mostrare una certa quantità di informazioni, quindi essere ‘piatta’ e facile da tenere in una mano,” ha dichiarato Emanuele Pizzolorusso, fondatore dello studio di design Pizzolorusso, a Dezeen. Ogni bottiglia ha una forma identica e ha il nome di una città specifica scritta verticalmente su un lato. Pizzolorusso ha disegnato bottiglie per Amsterdam, Barcellona, ​​Berlino, Copenhagen, Londra, Milano, New York, Parigi, Roma e Tokyo, e la bottiglia Anywhere (Ovunque n.d.r.).

LE INFORMAZIONI UTILI – Ogni bottiglia ha un lato in cui mostra le ubicazioni delle fontanelle dove gli utenti possono riempirle, suddivise in base alla località. La bottiglia Anywhere ha invece un breve testo che gioca con il concetto dell’utilità di riempire una bottiglia d’acqua. “Queste fontane di acqua potabile, che sono sicure perché monitorate, sono elencate una a una con indirizzi facili da trovare“, ha detto il designer. Per le città che hanno molte fontane, come Roma, Pizzolorusso ha selezionato le principali, ma per la maggior parte delle altre città le ha potute elencare tutte.

RIEMPIRE D’ACQUA ANCORA E ANCORA – Le bottiglie incoraggiano gli assetati a riempirle d’acqua nei luoghi designati offrendo un “invito divertente”, allo scopo di scoraggiare l’uso di bottiglie d’acqua di plastica monouso. Pizzolorusso spera che l’elenco delle fontane pubbliche disponibili ci incoraggi a pensare all’acqua come a una risorsa preziosa e alla sua offerta nei centri urbani come servizio pubblico. Il designer italiano prevede di introdurre nella gamma una bottiglia per Lisbona, e di far crescere la collezione “a seconda delle esigenze del mercato“.

In molti paesi, come l’Italia, molta gente compra ancora acqua in bottiglia, che ovviamente ha un alto impatto ambientale a causa dei trasporti e dell’uso della plastica usa e getta“, sottolinea il designer.

ACQUA, BENE PUBBLICO – “L’elenco delle fontane ci ricorda che ogni città ha un rapporto privilegiato con l’acqua, che è il bene pubblico più prezioso e spesso dimenticato“, ha detto Pizzolorusso. “Evidenziare le fontanelle delle nostre città per me è stato anche un modo per portare alla nostra attenzione il fatto che possiamo usare l’acqua del rubinetto sempre, non solo quando siamo fuori casa. Nella maggior parte dei paesi, l’approvvigionamento idrico è estremamente sicuro e spesso non è necessario acquistare acqua in bottiglia.”

FLASKA, LA BOTTIGLIA IN VETRO PROGRAMMATO – Un altro esempio di design che crea bottiglie riutilizzabili, avevamo parlato di Flaska, che si prende cura della salute e dell’ambiente. È di vetro ed è programmata mediante la procedura TPS. Attraverso questo sistema il vetro programmato cambia la struttura vibrazionale dell’acqua. 

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.