Carne 100% vegetale: dagli Stati Uniti la prima polpetta arriva in Italia

0 347

Carne 100% vegetale per salvare il pianeta e soddisfare il palato di tutti. Arriva dagli Usa direttamente in Italia e ne avevamo parlato in due lunghi e dettagliati articoli. La prima polpetta realizzata con la “100% plant-based meat” di Beyond Meat nata negli Stati Uniti è stata ideata in Italia da Viviana Veronesi, fondatrice del brand Paulpetta, il primo bistrot italiano che propone un menù unicamente composto di queste specialità. Questa carne 100% vegetale, che vanta un gusto che stupisce e soddisfa anche i palati più esigenti, è soprattutto sostenibile: la materia prima con cui è preparata permette una riduzione del consumo di acqua (-99%), suolo (93%) ed energia (-50%), oltre che l’abbattimento delle emissioni dei gas serra (-90%) rispetto a quelle provenienti da allevamenti intensivi e, a livello nutrizionale, non contiene glutine, soia e OGM, fattori che implicano una lunga serie di benefici per la salute e l’ambiente.

[kelkoogroup_ad id="13540" kw="nature" /]
Beyond Impossibile Burger

BEYOND POLPETTE IN ITALIA – Ai 14 tipi di polpette tradizionali, si sono aggiunte le rivoluzionarie polpette di carne vegetale, le “Beyond Polpette” ribattezzate LA, il cui nome s’ispira alla sede californiana di Beyond Meat a Los Angeles; un’azienda che crea deliziose carni a base di piante utilizzando semplici ingredienti vegetali applicati in modi freschi: le nuove polpette contengono infatti solo proteine ​​di pisello, succo di barbabietola e olio di cocco. “Siamo partiti dalla nostra città, Monza, per aprire il primogenito di Paulpetta. Abbiamo testato il prodotto, analizzato le reazioni e ora, confortati dagli ottimi risultati di apprezzamento e di vendite, siamo pronti ad allargare la nostra offerta con questa polpetta unica in Italia – spiega Viviana Veronesi. Paulpetta apre nel 2015 con un menù che fin da subito si differenzia per la sua offerta connotata principalmente dal gusto internazionale e da un richiamo forte con le origini, che pone sempre l’attenzione alla salute del Pianeta, perché partendo da un singolo progetto si possa espandere il concetto di consumo etico e consapevole. “Per questa ragione abbiamo fortemente voluto la carne vegetale di Beyond Meat perché ci pare uno splendido punto di partenza per una ri-evoluzione in campo alimentare. Un prodotto eccezionale che consente quindi una riduzione del consumo di carne animale e un successivo ridimensionamento di allevamenti intensivi e, di conseguenza, delle emissioni di CO2 nell’atmosfera” ha concluso Veronesi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: IMPOSSIBLE, BURGER SENZA CARNE

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.