Cina, la tecnologia per le sfide alimentari: vertical farm e sistemi aeroponic

0 247

La Cina ha bisogno di adottare tecnologie come sensori, intelligenza artificiale e robotica per trasformare le aziende agricole in intelligenti ed essere preparata ad affrontare le sfide alimentari, ha detto un esperto in tecnologia agricola della Silicon Valley in un’intervista rilasciata al China Daily. “La carenza di manodopera e acqua, unite alle crescenti esigenze di sicurezza alimentare, stanno guidando la domanda di innovazione nel settore alimentare e agricolo in Cina“, ha affermato John Hartnett, fondatore e CEO della società di investimenti e consulenza SVG Partners. L’agricoltura verticale e di precisione, la robotica e l’automazione potrebbero aiutare il settore in Cina, ha affermato Hartnett, membro del comitato di esperti del primo centro di innovazione agricola della Cina a Nanchino. La trasformazione digitale che sta avvenendo oggi in agricoltura può aiutare i coltivatori a gestire le aziende agricole in modo più efficiente.

[kelkoogroup_ad id="13540" kw="nature" /]

10 MILIARDI DI UMANI DA SFAMARE – Entro il 2050 la popolazione mondiale dovrebbe aumentare da 7,3 miliardi a circa 10 miliardi, secondo un rapporto del Dipartimento per gli affari economici e sociali delle Nazioni Unite. “Questo costringe gli agricoltori e le aziende agricole a produrre il 70 percento in più di quello che producono oggi“, ha affermato Hartnett. “Se dobbiamo produrre più cibo, l’unica vera soluzione è l’innovazione e cambiare il modo in cui il cibo viene prodotto e portato sul mercato“. Inoltre, le mutevoli esigenze dei millennial e la crescente classe media in Cina spingono la domanda di alimenti freschi e proteine, quindi la tecnologia che può garantire la qualità e la sicurezza del cibo giocherà un ruolo chiave.

AEssenseGrows – È una società di tecnologia agricola della Silicon Valley che sta cercando di risolvere i bisogni di maggiori rendimenti di crescita, sicurezza alimentare e conservazione delle risorse con i loro sistemi aeroponic (privi di suolo). Le piattaforme controllate dal sensore e gestite tramite software consentono alle radici di espandersi solo nell’aria e una miscela di nutrienti, chiamata ricetta, viene spruzzata direttamente sulle radici. “Il sistema può accelerare la crescita delle piante con sensori intelligenti che raccolgono, creano e monitorano il progresso delle ricette di nutrienti“, ha dichiarato Robert Chen, presidente e CEO di AEssenseGrows. “Possiamo raccogliere la lattuga appena 12 giorni dopo che è stata piantata“, ha detto. Il sistema gode anche di notevoli vantaggi in termini di risparmio di acqua, assenza di pesticidi, smaltimento del terreno e costi di manodopera minimi. Dalla sua creazione nel 2014, AEssenseGrows ha reso la Cina un mercato importante. Ora ha una coltivazione di piante al coperto a Shanghai, con prodotti che vanno dalla verdura e fiori alle erbe medicinali. “Soddisfa in particolare le esigenze dei residenti delle aree urbane per alimenti freschi e sicuri, perché le strutture possono essere costruite vicino ai consumatori, offrendo consegne più veloci ed eliminando i costi di trasporto“, ha affermato. Il sistema aeroponico è anche adatto per le aree con scarse risorse idriche, ha detto Chen.

COSTI DA ABBATTERE – Chen ha ammesso che il costo del sistema era costoso ora, ma presto le cose cambieranno. “Penso che l’agricoltura in serra sia una transizione, il futuro sarà l’agricoltura verticale“, ha aggiunto. La sicurezza alimentare rappresenta una sfida globale, non solo in Cina ma anche negli Stati Uniti e in Europa, ha affermato Hartnett. Ha detto che sta contribuendo a costruire un ponte tra Silicon Valley e il parco di innovazione agricola di Nanjing. “Vedo opportunità a doppio senso: è una situazione vincente per entrambe le parti“, ha concluso.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.