Cityscoot, il nuovo sharing cittadino, conquista Milano coi primi 500 e-scooter

0 157

Cityscoot arriva in Italia dopo una consistente esperienza in Francia, nella quale è presente a Parigi e Nizza con oltre 4mila scooter elettrici. Milano è stata scelta come prima città fuori la Francia per l’espansione europea, grazie alla predisposizione degli italiani all’uso dello scooter, visto che i ‘motorini’ sono stati inventati nel Belpaese. Sicura della propria offerta e della qualità del servizio, Cityscoot ha iniziato coi primi 500 scooter, cui si aggiungeranno altri 500 tra qualche settimana. Lo scooter scelto è il Govecs S1.5, robusto, dalla linea sportiva e prodotto in Germania. Il Govecs S1.5 è equiparabile a un cinquantino e ha la velocità limitata a 45 km/h. Cityscoot propone la cosiddetta condivisione ‘free floating‘, ovvero con la possibilità di prelevare e lasciare uno scooter in qualsiasi punto, purché sia all’interno dell’area operativa e consentito dal codice della strada. Cityscoot garantisce una guida silenziosa e si propone di migliorare la qualità della vita urbana tramite l’offerta di un servizio ecologico e innovativo. L’obiettivo è allargare l’iniziale area operativa mano a mano che nuovi scooter elettrici saranno disponibili. Al momento a Milano il team è composto da 30 dipendenti, numero che però salirà di altre 70 unità entro il 2019. Cityscoot ha già in programma l’approdo a Roma, entro la fine dell’estate 2019, con 500 e-scooter e altri 50 dipendenti.

COME FUNZIONA E QUANTO COSTA – Serve l’apposita app disponibile per iOS e Android (iOS e Android). Si prenota lo scooter tramite una comoda mappa, con indicazione della targa, del numero identificativo e del livello di carica. Cityscoot stima che la maggior parte dei percorsi sia entro i 15 minuti o entro i 4 km di distanza. Secondo le statistiche, sono molto rare le corse con passeggero, per cui Cityscoot ha deciso di offrire il servizio per un solo occupante. Ci si può muovere ovunque, anche al di fuori dell’area operativa, purché al termine si parcheggi nei confini della stessa, o in una delle due “macchie” per ora distaccate. La tariffazione è a minuti effettivi di utilizzo, con un prezzo base di 29 centesimi al minuto, o prezzo scontato per chi acquista un pacchetto da 100 minuti a 22 centesimi al minuto (22 euro).

LA ZONA DI RICONSEGNA – Gli scooter bianchi e azzurri di Cityscoot sono già in circolazione per le strade della metropoli e sono disponibili per il noleggio 7 giorni a settimana, 24 ore su 24, in tutta la “Zona Cityscoot”, che comprende l’intera zona della circonvallazione 90/91 più alcune isole strategiche come Bicocca, Rogoredo e la zona intorno allo IULM (la mappa può essere consultata qui). I mezzi sono utilizzabili anche al di fuori di quest’area, purché vengano riportati al suo interno al termine del servizio e riposizionati nelle aree di parcheggio permesse ai veicoli a due ruote.

E LA RICARICA? – L’utente non deve preoccuparsi di ricaricare il veicolo: una volta che la batteria sia scarica, è sufficiente lasciare lo scooter in un’area di parcheggio e il team di Cityscoot, attivo 24/7, interverrà in modo rapido e discreto alla ricarica delle batterie. Nella convinzione che il futuro del trasporto urbano sarà a “zero emissioni” e “zero rumore”, Cityscoot è l’unico operatore a offrire un servizio 100% elettrico ai propri utenti, dagli scooter ai furgoni che si occupano della manutenzione. Nonostante entro poche settimane sia prevista la circolazione fino a 1.000 scooter, Cityscoot non sarà un problema per i punti di ricarica cittadini perché, in caso di batteria quasi scarica, questa sarà sostituita dagli addetti con una già ricaricata nell’officina operativa, dei van Nissan E-NV200 elettrici, sempre ricaricati in officina tramite una colonnina fast Chademo privata. In caso di guasti o malfunzionamenti l’officina è anche preparata alle riparazioni, con tempi di intervento solitamente nelle 24 ore.

CORSO DI GUIDA SICURA – In caso un utente sia alle prime armi con uno scooter (specialmente se elettrico), può richiedere tramite l’app un corso di guida sicura, completamente gratuito e svolto in collaborazione con il Motoclub Motofalchi. L’accelerazione è regolabile tramite app in tre livelli, ma i due più potenti sono accessibili solo dopo 150 minuti di utilizzo totale del servizio.


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.