Clima, potenziali investimenti nei Paesi emergenti

A Ecomondo, Ministero dell'Ambiente e IFC presentano le opportunità di investimento per il clima Medio Oriente, Nord Africa e Africa sub-sahariana.

0 221

Clima, il potenziale degli investimenti nei paesi emergenti è il nuovo focus di interesse. Si parla di cifre enormi: 23 miliardi di dollari di investimenti green. Per la prima volta a Ecomondo il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, e IFC (International Finance Corporation), membro del Gruppo Banca Mondiale, hanno organizzato un evento per accendere i riflettori sulle tendenze del clima e sulle opportunità di investimento del settore privato in Medio Oriente, Nord Africa e Africa sub-sahariana. L’evento ha illustrato un’ampia gamma di opportunità di investimento per il clima in diversi settori. Il rapporto di IFC, basato sugli impegni nazionali in materia di cambiamenti climatici e sulle politiche di sviluppo di 21 economie dei mercati emergenti, stima che l’Accordo di Parigi presenti circa 23mila miliardi di dollari in opportunità di investimenti green nei Paesi emergenti entro il 2030.

MEDIO ORIENTE E NORD AFRICA – In queste due aree il totale del potenziale degli investimenti per Egitto, Giordania e Marocco è stimato in 265 miliardi di dollari, di cui oltre un terzo per la generazione di energia da fonti rinnovabili, mentre il 55% (146 miliardi di dollari) è destinato a edifici intelligenti ed eco-efficienti, trasporti e soluzioni per la gestione dei rifiuti.

IFC, International Finance Corporation – Affrontare il cambiamento climatico è una priorità strategica per IFC, che nel 2018 ha investito e mobilizzato 8,4 miliardi di dollari in progetti a favore del clima a livello globale (3,9 miliardi di dollari in investimenti intelligenti per il clima e ulteriori 4,5 miliardi dollari nella mobilitazione di risorse esterne), ovvero il 36% degli investimenti e mobilitazione di IFC. IFC ha, inoltre, una relazione di lunga data con multinazionali italiane e società di medie dimensioni con le quali ha co-investito nei mercati emergenti a livello globale.

L’Italia sta giocando un ruolo importante nell’affrontare le sfide poste dai cambiamenti climatici in Medio Oriente e Nord Africa, tra le altre regioni. L’Italia è un partner strategico per lo sviluppo di IFC in una serie di aree prioritarie, inclusa quella legata al clima” ha detto Sufyan Al Issa, Responsabile regionale delle operazioni IFC in Medio Oriente e Nord Africa.

MINISTERO DELL’AMBIENTE E IFC – Il Ministero collabora con IFC da molti anni, contribuendo alla realizzazione di iniziative della Banca Mondiale dedicate ai cambiamenti climatici e allo sviluppo sostenibile. Tra questi il Programma di accesso all’energia pulita, attraverso cui il Ministero sostiene Lighting Global, una piattaforma che mira a stimolare la crescita sostenibile nel mercato solare off-grid e all’accesso all’energia nei mercati emergenti africani.

IFC International Finance Corporation, COS’È – È la più grande istituzione di sviluppo globale focalizzata sul settore privato nei mercati emergenti. Lavora con oltre 2mila aziende in tutto il mondo, utilizzando il proprio capitale, la propria competenza e influenza per creare mercati e opportunità nelle aree più difficili del mondo. Nel 2018 ha erogato oltre 23 miliardi di dollari di finanziamenti a lungo termine per i paesi in via di sviluppo, facendo leva sulla capacità finanziaria del settore privato per combattere povertà estrema e accrescere la prosperità condivisa.

Clima, energia da fonti rinnovabili per lotta contro il cambiamento climatico.

PER CONTRASTARE I CAMBIAMENTI CLIMATICI – Tra i progetti finanziati da IFC nel 2018 ci sono anche quelli realizzati con sponsor italiani. IFC si è impegnata a finanziare tre progetti con la società italiana Enerray, controllata di Seci Energia (Gruppo Industriale Maccaferri) nell’ambito del programma IFC Nubian Suns Feed-in-Tariff Financing. Il programma prevede la costruzione di 13 progetti solari fotovoltaici in Egitto con una capacità totale di 752 MW, rappresentando il più grande pacchetto di finanziamenti del settore privato per un impianto solare nella regione MENA. Gli impianti rientreranno all’interno del parco solare di Benban che, una volta completato, sarà la più grande installazione solare del mondo. L’investimento di IFC fornirà energia a basso costo e sostenibile a oltre 300mila clienti residenziali e creerà fino a 5mila posti di lavoro durante la costruzione. Il progetto contribuirà inoltre alla trasformazione del comparto energetico egiziano verso un sistema a minor impatto ambientale, aiutando il paese a soddisfare la crescente domanda di energia con fonti rinnovabili.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.