Dezeen, i 6 prodotti top di design del 2018

La celebre rivista internazionale ha scelto le creazioni di design che si sono distinte per scelte di interesse globale, dal riciclo al femminismo.

0 173

Dezeen ha pubblicato la sua scelta per il 2018. Quest’anno la redazione delle famosa rivista ha visto i designer di arredamento affrontare argomenti di grande attualità a livello globale, dal riciclo al femminismo. La giornalista esperta di design Natashah Hitti ha scelto la “top ten”, tra cui uno sgabello vegano fatto con sale e sedie che incoraggiano le donne a vivere più liberamente la propria posizione quando sono sedute. Tra quei dieci, noi di Pure Green abbiamo scelto i nostri sei preferiti. Ecco qui la scelta completa di Dezeen.

IKEA, letto Delakting di Tom Dixon.

Letto Delaktig di IKEA e Tom Dixon – IKEA ha lanciato quest’anno un numero di nuovi prodotti di design accattivanti, dai micro-living ispirati allo spazio al tappeto per scontrini disegnato da Virgil Abloh, ma il più rivoluzionario è stato il suo letto Delaktig creato con Tom Dixon. Descritto da Dixon come una “piattaforma vivente”, il letto modulare è stato messo in commercio assieme a una serie di “hack autorizzati” – elementi aggiuntivi che consentono agli acquirenti di personalizzare i mobili, tra cui lampade, tavoli e rivestimenti in tessuto peloso. Scopri di più sulla serie Delaktig>

Disco Gufram della Gufram, marchio italiano.

Disco Gufram della Gufram – Quest’anno il marchio italiano Gufram ha realizzato una collezione di tappeti e mobili ispirati alla discoteca e presentati durante la Design Week di Milano, con una varietà di forme e motivi a bordi arrotondati che ricordano l’epoca degli anni ’70. Chiamata Disco Gufram, la collezione comprende sedute imbottite ispirate alle “sedute da discoteca” degli anni ’70, una collezione di tappeti con motivi che richiamano la geometria delle piste da ballo e una serie di tavolini e armadi abbelliti dalle famose sfere da discoteca. Scopri di più sulla collezione disco di Gufram>

Vegan Design di Erez Nevi Pana.

Vegan Design di Erez Nevi Pana – Anche quest’anno i mobili senza utilizzo di prodotti di origine animale sono aumentati. Tra questi, il designer israeliano Erez Nevi Pana è tra i primi a spingere il veganismo nell’industria del design con i suoi mobili “senza sensi di colpa” realizzati con il sale e il terreno. Nevi Pana ha sperimentato diverse piante e minerali per creare i pezzi per la sua mostra di Vegan Design, compreso l’utilizzo dell’acqua estremamente salina del Mar Morto per creare sgabelli ricoperti di sale. Scopri di più sui mobili vegani di Erez Nevi Pana>

Back Bend Starfish Puts On All Her Jewels For Her Workout di Misha Kahn.

Back Bend Starfish indossa tutti i suoi gioielli per il suo allenamento di Misha Kahn – L’artista e designer americano Misha Kahn ha presentato una collezione di tavoli ingioiellati e sedie “animate” al Nomad Monaco 2018. Il pezzo che ha catturato tutte le luci della ribalta è stato un grande tavolino da caffè in acciaio inossidabile, chiamato Back Bend Starfish, che indossa tutti i suoi gioielli per il suo allenamento. Era adornato con forme di vetro colorato, ottenendo un effetto simile a un gioiello. Scopri di più sui mobili ingioiellati di Misha Kahn>

A basic instinct (un istinto di base) di Anna Aagaard Jensen.

A basic instinct (un istinto di base) di Anna Aagaard Jensen – Questa serie di sedie color carne, disegnata da Anna Aagaard Jensen, studentessa di Design Academy Eindhoven, ha lo scopo di reinventare il “manspreading” per le donne. Chiamato A basic instinct, i disegni hanno lo scopo di sfidare le norme sociali e incoraggiare le donne a rivendicare più spazio con i loro corpi. Prendendo la forma di diverse forme simili al corpo, le sedie incoraggiano le donne a spalancare le gambe per sedersi, e non possono essere usate dagli uomini. Scopri di più sulle sedie “manspreading”>

Panchina Heer di 52:hours.

Panchina Heer di 52:hours – Lo studio 52:hours di Praga quest’anno ha mirato ad affrontare lo stigma legato all’allattamento al seno in pubblico, con una panca progettata per offrire una “piccola oasi di pace” alle mamme che si prendono cura dei loro bambini. Fornendo una via di mezzo tra il comfort e la discrezione per le mamme che desiderano allattare al seno in pubblico, la lunga panca rosa è caratterizzata da un ampio sedile con sezioni curve che avvolgono la neomamma per proteggere l’area del busto senza chiuderle dall’ambiente circostante. Scopri di più sulla panca Heer 52:hours>

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.