ECO Dolomites, inizia il countdown alla IX edizione

Al via l'8 settembre la silenziosa gara di consumi tra mezzi elettrici lungo le più belle cime del mondo. L'obiettivo è promuovere la mobilità sostenibile.

0 55

Eco Dolomites, obiettivo promuovere la mobilità sostenibile. L‘8 settembre sulle strade dolomitiche ‘sfrecceranno’ silenziosamente i tanti veicoli elettrici che si sono iscritti alla nona edizione della ECO Dolomites. Per partecipare a questa Trophy CAP basta andare sul sito www.ecomove.cc, accedere alla pagina iscrizioni, compilare il modulo e associarsi con un contributo annuale di €20 all’associazione organizzativa ECOmove.

LA MANIFESTAZIONE – Il weekend verde all’insegna della mobilità alternativa e silenziosa inizia già venerdì 7 settembre alle ore 19 a Brunico, dove gli organizzatori hanno allestito l‘ECOsummit Mountain Move, un convegno dedicato alla mobilità elettrica.

Sono felice di partecipare a nome della mia associazione, Legambiente, a ECOdolomites 2018, e conoscere ancor meglio una comunità e un territorio che hanno capito che con la mobilità sostenibile si vive meglio e si attrae un turismo di qualità,” dichiara Andrea Poggio, responsabile mobilità sostenibile e stili di vita presso la segreteria nazionale Legambiente che per l’occasione presenterà il libro da lui curato Green Mobility. Come cambiare la città e la vita. A presiedere la tavola rotonda a Brunico ci sarà anche Gianfranco Pizzuto in veste di “EV Brand Ambassador” di Jaguar Land Rover Italia.

IL PROGRAMMA – La mattina seguente dopo gli ultimi accrediti e sistemazioni dei veicoli sulla linea di partenza alle ore 9 inizia ufficialmente la nona Trophy CAP ECO Dolomites. Grazie a questa “corsa verde” i partecipanti potranno immergersi nel cuore del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO e sottoporre i propri mezzi elettrici a quattro, tre e due ruote ad un test. Infatti, la sfida consiste nell’utilizzare la minor quantità di energia possibile per percorrere i ca. 100 km nei 3.000 m di dislivello. Il percorso parte da Brunico verso San Vigilio passando per il Passo Furcia, prevede una sosta per il pranzo a Corvara per poi proseguire per Campolongo, Passo Pordoi e Passo Sella ed arrivare a Ortisei in Val Gardena.

L’OBIETTIVO – Grazie a queste iniziative si vuole dimostrare che se c’è la volontà è possibile ridurre l’inquinamento, non solo atmosferico ma anche acustico sulle strade che attraversano le Dolomiti e in particolare i passi. „Grazie a questa gara per un giorno porterà le Dolomiti, e l’Alto Adige, nel futuro. Perché non ci sono dubbi che il futuro della mobilità è elettrico e sostenibile e che il nostro Paese ha competenze e tecnologie per effettuare una conversione ecologica della mobilità, ponendosi obiettivi importanti al 2025“, sostengono gli organizzatori Maximilian Costa, Janpaul Clara di Electro Clara e il presidente dell’associazione Daniel Campisi di LETSMOVE.

ECOMOVE – L’associazione altoatesina per la salvaguardia dell’ambiente ECOmove rinnova con l’organizzazione di questo evento il proprio ruolo di promotrice di una mobilità sostenibile, rispettando il territorio e la natura. ECOmove in collaborazione con la città di Brunico, Plan de Corones, Val Gardena e Alta Badia continuano il lavoro di sensibilizzazione a favore dell’ambiente, promuovendo l’utilizzo di veicoli elettrici.

“Amiamo profondamente la nostra terra e crediamo che il Sudtirolo possa diventare un esempio come regione più attenta a turismo e mobilità sostenibili”, dichiara Daniel Campisi. “Siamo sempre più numerosi a credere in un Alto Adige sostenibile da lasciare in eredità alle future generazioni”, prosegue il presidente di ECOmove. „Molte le aziende che contribuiscono alla missione dell’associazione e che assistono le varie iniziative alle quali va il nostro sentito ringraziamento“.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.