Emersum, i primi costumi in plastica riciclata

Sono made in Italy i primi costumi da bagno fatti con un filo ricavato dalle bottiglie in Pet.

0 525

È made in Italy il primo costume da bagno tessuto con un filo ricavato dal riciclo delle bottiglie in Pet. A lanciarsi nell’impresa la start-up Emersum, la cui prima collezione si chiama Caipirinha swimwear e si ispira alle forme e ai colori della canna da zucchero e del lime, ingredienti del popolare cocktail brasiliano.

[kelkoogroup_ad id="13540" kw="nature" /]

LA FILIERA – Tessitura, finissaggio e stampa dei costumi avvengono a Como; cucitura e design dei modelli sono affidati ad altre aziende italiane (tra Lazio e Lombardia) che realizzano costumi per famose case di moda italiane e internazionali.

CERTIFICAZIONE – Tutta la filiera è certificata Oeko-Tex (che verifica la presenza di sostanze nocive sulla base di standard internazionali), quindi i tessuti sono sicuri, risultati compatibili per i capi considerati generalmente più a rischio, l’intimo e i vestiti per i bambini sotto i 36 mesi.

NO AL PETROLIO – Costumi di plastica riciclata recuperata in mare anziché di poliestere e nylon, ovvero derivati dal petrolio. L’idea alla base del progetto è quella di rendere sostenibile la produzione di un capo di abbigliamento che, nonostante la stagionalità, ogni anno, solo in Europa, necessita di 10mila camion di petrolio. Da qui l’idea di utilizzare un filo riciclato dalle bottiglie di Pet. L’utilizzo di plastica riciclata, inoltre, da risparmiare anche più acqua. Per ogni chilogrammo di poliestere riciclato servono solo 30 litri di acqua contro i 20mila litri necessari per un chilogrammo di cotone. Una bella svolta. Basti pensare che oltre ai rifiuti plastici, che diventano una preziosa materia prima, si risparmia anche acqua. Infatti, per 1 kg di poliestere riciclato servono solo 30 litri di acqua contro i 20mila necessari per 1kg di cotone.

Arianna Pinton

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.