Energia da fonti rinnovabili, la Germania ne ha prodotta troppa

I tedeschi ottengono così tanta energia dal vento, che hanno dovuto pagare la sovrapproduzione.

0 449

In Germania generare troppa energia da fonti rinnovabili può costare caro. Senza una corretta memorizzazione sulla rete elettrica di energia rinnovabile, il rischio è incorrere nelle spese. Proprio così, in alcuni casi il problema ricorrente è generarne troppa. Per esempio, l’anno scorso, la California aveva troppa energia generata dal sole al punto che ha dovuto pagare gli Stati confinanti per fargliela usare. È successo di nuovo in Germania durante il giorno di Natale. Esatto: i tedeschi hanno dovuto pagare i clienti per far usare loro l’energia in eccesso.

[kelkoogroup_ad id="13540" kw="nature" /]

COSA È SUCCESSO? – Alla vigilia di Natale e all’inizio del giorno successivo, lo scambio di energia elettrica EPEX Spot ha dovuto pagare aziende e altri grandi consumatori di energia fino a 60 dollari per megawatt/ora per utilizzare l’energia. Questi tassi negativi si verificano quando viene generata troppa energia dalle rinnovabili e la domanda è bassa.

LE CAUSE – L’energia solare e eolica è selvaggiamente incoerente, in gran parte basata sulla stagione. Per esempio, la Germania si aspetta che le turbine eoliche producano circa il 12% della potenza complessiva, ma questa percentuale può aumentare in modo significativo in caso di venti importanti. Con più capacità aggiunte continuamente, può fornire molta più energia del previsto. La Germania ha speso oltre 200 miliardi di dollari nel settore delle energie rinnovabili negli ultimi vent’anni. Dal momento che lo scambio di energia non può spegnersi e riavviarsi facilmente, è meglio che l’eccesso di energia sia utilizzato, al punto di pagare i consumatori per farlo. Questo è successo più di 100 volte solo nel 2017, il che è più frequente di quello che hanno subito altri paesi europei.

LA SOLUZIONE – Una soluzione è stata quella di vendere l’energia ai paesi vicini, in modo simile a quello che ha fatto la California quando ha avuto un surplus di energia solare. Tuttavia, è più difficile da mantenere quando queste situazioni durano più a lungo. Durante un fine settimana di ottobre, la Germania ha ottenuto tassi negativi per 31 ore di fila.

[Abbiamo] ora una tecnologia che non può produrre in base alla domanda, ma che produce in base alle condizioni meteorologiche“, ha dichiarato al New York Times Tobias Kurth, amministratore delegato di Energy Brainpool. “[Questa è una] delle sfide chiave nell’intera transizione del mercato dell’energia verso le energie rinnovabili“.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.