Ferragamo, design e sostenibilità made in Italy

Un laboratorio all'avanguardia - anche energetica - per far crescere artigianalità e stile

0 220

Innovazione e attenzione alla sostenibilità per Salvatore Ferragamo. Il marchio di lusso toscano leader nella pelletteria made in Italy ha inaugurato, nel polo di Osmannoro, alla periferia di Firenze, un laboratorio di modelleria, un centro artigianale all’avanguardia, di circa 1.200 metri, dove produrre e fare ricerca su stili e materiali. “Il nuovo laboratorio per la pelletteria permetterà ai nostri artigiani di far crescere la loro passione e la loro professionalità per l’innovazione e la ricerca, nel rispetto della tradizione”, ha commentato Eraldo Poletto, amministratore delegato del Gruppo Salvatore Ferragamo “Questa realizzazione offrirà ulteriori opportunità per lo sviluppo di nuovi prodotti, grazie alla possibilità di testare materiali innovativi e migliorare la qualità e l’efficienza dei vari processi di sviluppo”.

[kelkoogroup_ad id="13540" kw="nature" /]

FILOSOFIA GREEN

L’idea infatti è quella di creare un luogo di trasmissione del know how dell’artigianalità Ferragamo, affiancando venti atigiani ai maestri pellettieri di lunga esperienza. Senza dimenticare le nuove tendenze del “green”: “per la realizzazione di questo spazio – spiega infatti Ferruccio Ferragamo, presidente del Gruppo – abbiamo deciso di intervenire adottando soluzioni di progettazione volte al risparmio energetico e all’utilizzo di materiali eco-sostenibili, per creare un ambiente di lavoro non solo confortevole e moderno, ma anche in linea con la nostra filosofia green. L’edificio che ospita la nuova modelleria è stato infatti ristrutturato adottando soluzioni di design a risparmio energetico e utilizzando materiali eco-sostenibili come l’illuminazione al Led e impianti fotovoltaici.


Nella manifattura di Osmannoro nel 2015 Ferragamo ha riunito i suoi precedenti siti produttivi, abbattendo le emissioni di CO2 generate dalla necessità di connetterli: il sito ha ricevuto la certificazione di sostenibilità Leed Platinum, la più alta per l’edilizia, la stessa che si punta a ottenere per il nuovo polo logistico, che sarà completato entro il 2018.

TESSUTI DAGLI AGRUMI

Anche l’accordo firmato nei mesi scorsi da Ferragamo con Ups ha l’obiettivo di rendere più sostenibile la logistica, compensando le emissioni generate dalle spedizioni dei prodotti ordinati via e-commerce in Europa e negli Stati Uniti. Un’iniziativa che si aggiunge per esempio alla pubblicazione del primo Bilancio di sostenibilità, esteso a tutto il gruppo, o al lancio della prima capsule collection realizzata con Orange Fiber, start up che ha brevettato un metodo per creare tessuti a partire dagli scarti di lavorazione degli agrumi.

Ecco il video esplicativo:

Ed ecco la collezione Primavera / Estate 2018 presentata a Milano.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.