Gerani, 10 curiosità su un fiore sempre di moda

La fioritura è ricchissima, la coltivazione semplice, le cure da prestare non eccessive: insomme piante perfette per i principianti e anche per gli esperti.

0 399

Gerani, le piante preferite in Italia, ma anche nel resto d’Europa, per abbellire balconi e terrazzi durante la primavera e l’estate. Tra i fiori re dell’estate, i gerani adornano balconi, terrazzi e giardini di tutta Europa sin dagli inizi del IXX secolo. La fioritura è ricchissima, la coltivazione semplice, le cure da prestare non eccessive: insomme piante perfette per i principianti e anche per gli esperti. Da molti anni la passione per i gerani, o meglio per il pelargoni (è pelargonium il nome botanico, geraniacee è il nome della famiglia), ha portato i produttori di piante ad arricchirne il genere con numerosi ibridi; a fiore doppio, a foglia colorata, a foglia profumata. In commercio è possibile reperire gran parte delle specie botaniche, originarie dell’Africa, e i tantissimi ibridi. Ecco dieci inedite curiosità su questo must del giardinaggio.

1.Autentico Sud Africano
Il geranio viene considerato caratteristico delle facciate delle fattorie bavaresi, caratterizzate dalle tradizionali fioriere da balcone, ma ha radici altrove. È originario del Sud Africa, dove ancora ne crescono più di 250 specie selvatiche. Il primo geranio è apparso in Europa intorno al XVII secolo, di preciso nei Paesi Bassi e da qui ha iniziato la sua espansione nel resto del mondo.

2.Una vita da ‘nome improprio’
Dal punto  di  vista botanico, il geranio non appartiene alla famiglia dei Geranium. Per giardinieri e botanici con Geranium ci si riferisce a un arbusto perenne resistente all’inverno, mentre con il termine Pelargonium si fa riferimento alle popolari piante estive. La confusione risale al XVII secolo, quando i primi Pelargonium giunti in Europa dal Sud Africa sono stati chiamati “Geranium”, per la loro somiglianza con le piante domestiche perenni. L’equivoco è durato sino al XVIII secolo, quando i botanici hanno riconosciuto le differenze tra le due piante dando al genere proveniente dall’Africa meridionale il nome di Pelargonium. Nonostante ciò, il nome corretto non è mai stato adottato nel linguaggio comune.

3.Fiore simbolo nazionale
Non solo la Germania, ma anche altri Paesi europei considerano il geranio un’espressione della loro cultura e un simbolo della nazione. La Svizzera, per esempio, lo ha eletto fiore nazionale.

4.Stile nella decorazione d’interni
I gerani possono rappresentare eleganti decorazioni d’interni. In particolare, il Geranio Reale, da sempre coltivato come pianta da interni, ancora oggi ben si addice alle decorazioni domestiche più contemporanee. Anche altre varietà, quali Angel e Gerani Odorosi, sono in grado di creare allegria in casa e trasmettere una sensazione d’estate.

5.Ingrediente di cucina creativa
Le foglie e i fiori dei gerani profumati non sono commestibili, ma gli oli essenziali presenti nelle foglie danno un buon aroma ai piatti di carne, alle insalate e ai dessert. Per esempio, le varietà con un sentore di limone aggiungono una nota piccante alle insalate, ai sorbetti o al tè.

LEGGI ANCHE: FIORI DA MANGIARE? UN’IDEA PIENA DI COLORE 

6.Proprietà curative
Le radici del Pelargonium originario della Regione del Capo sono state usate dalle popolazioni indigene del Sud Africa per curare malattie respiratorie. Gli oli essenziali in certi tipi di gerani profumati, inoltre, aiutano ad alleviare la depressione e lo stress.

7.Repellente naturale contro gli insetti
Gli oli essenziali presenti nelle foglie tengono lontani gli insetti: alla minima brezza o al più leggero tocco, queste piante rilasciano il loro profumo, piacevole per gli umani ma sgradito a zanzare, vespe e altri insetti fastidiosi. Non a caso i migliori repellenti naturali sono proprio a base di olio essenziale di gerani con aromi di limone e arancia.

8.Una ricca gamma di varietà
La maggior parte delle persone identifica i gerani con quelli rossi o bianchi spesso esposti sui balconi. In realtà ne esistono moltissime varietà ed è vasta la gamma di colori, forme di foglie e fiori, dimensioni e differenti fioriture. Quindi non solo rosso, bianco e rosa, ma anche sfumature più originali, come rosa, viola, lilla, pesca, arancio e giallo.

9.Stupende fioriture anche senza il pollice verde
I gerani sono la pianta ideale anche per chi non investe troppo tempo nella cura del verde, infatti, basta un minimo sforzo e poco impiego di tempo per ottenere grandi soddisfazioni.

10.Grandi dimensioni
Con le cure adeguate possono raggiungere dimensioni da record. In rete è possibile ammirare esemplari rari che hanno raggiunto altezze di cinque metri o una circonferenza di oltre dieci metri.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.