GOGO boat, la barca a pedalata assistita al 100% a energia solare

È italiana la Garda Solar, azienda che a Rovereto produce i GOGO: piccole barche elettriche, a energia solare o ibride, alla conquista dell'Europa.

0 116

LGoGo boat, ovvero piccole barche elettriche che permettono anche ai dilettanti della nautica di navigare sul lago. Garda Solar, giovane azienda di Rovereto, propone barche alimentate con l’energia prodotta da pannelli solari che fanno da capotina al natante. Invece del gasolio, quindi, combustibile inquinante di origine fossile, sono dotate di motore elettrico alimentato da un pannello solare in grado di generare 320 watt. Una barca quindi a emissioni zero, rispettosa dell’ambiente e animali, visto che oltre a non inquinare l’aria, non provocando vibrazioni, rispetta la quiete di pesci e uccelli. Ideale per uso in acque lacustri, per brevi spostamenti.

STORIA DELLA GARDA SOLAR – L’azienda è stata fondata una manciata di anni fa da Alessio Zanolli e Alberto Pozzo, rispettivamente artigiano e ingegnere aerospaziale. “Un giorno, sulle rive del Garda, ci siamo messi a pensare ad una imbarcazione che permettesse a chiunque di navigare in sicurezza, senza rumori e senza impatto ambientale – ha raccontato Alessio Zanolli a Newsfood.comLa nostra GoGo non è un adattamento di una normale barca, ma è stata progettata e sviluppata a partire dal suo essere elettrica, dal design agli aspetti tecnici. Questa è la sua forza”. Oltre l’aspetto tecnologico, hanno puntato sul design grazie alla collaborazione con Davide Tagliapietra, un nome di peso della vela internazionale, che ha tirato fuori dal cilindro il concept. Idee e progetti con chiaro risvolto imprenditoriale: “Nel 2009 abbiamo vinto il premio D2T a Trento, riconoscimento dedicato dedicato alle start-up che ci ha portato 50mila euro. Un trampolino di lancio che ci ha permesso di presentarci al Salone Nautico di Genova, al Sun di Rimini e farci conoscere”. Obiettivo centrato. L’impresa dal 2010 ha realizzato e venduto oltre 60 barche elettriche che hanno conquistato clienti in Italia, Francia, Austria e soprattutto nel Regno Unito. Dall’avvio dell’attività, GardaSolar è riuscita a raddoppiare il fatturato di anno in anno e per il 2017 stima di vendere circa 30 barche e chiudere a quota 350 mila euro. Per il futuro l’obiettivo è la vendita di circa 100 GoGo ogni anno.

GOGO BOAT – È una barca da 4 a 6 posti, motore da 1000 o 2000 W, autonomia fino a 7 ore e velocità fino a 4 nodi. C’è il modello tutto elettrico (GOGO Electric), quello solare (GOGO Solar) e quello ibrido (GOGO  Hybrid) ovvero la versione solare/elettrica. Lo scafo è in polietilene 100% riciclabile, con design made in Italy.

GoGo Electric

GOGO ELECTRIC – È una barca elettrica 100% riciclabile, tecnologia, design innovativo e made in Italy fanno di Electric una barca unica nel suo genere. È un investimento conveniente per noleggi di barche e pedalò e per tutte le strutture turistiche che vogliono distinguersi offrendo un prodotto originale, ma allo stesso tempo conveniente ed efficace per sviluppare la propria attività in modo sostenibile e innovativo.

GoGo Solar

GOGO SOLAR – È una barca solare – elettrica 100% riciclabile con design e tecnologia Made in Italy. È un investimento conveniente per tutte le attività turistiche e di noleggio che vogliono svilupparsi in modo sostenibile e innovativo

GoGo Hybrid

GOGO HYBRID – È una barca solare elettrica ibrida 100% riciclabile dotata di un generatore per un’autonomia estesa a tutta la giornata. È l’ideale per chi vuole vivere delle avventure in pieno silenzio ma allo stesso tempo vuole andare lontano e tornare indietro.

OBIETTIVI FUTURI – Chiaro l’uso ludico dei pedalò e dei GOGO. Vi è da conquistare il popolo delle spiagge e gli imprenditori degli stabilimenti balneari: “I pedalò in circolazione hanno una vita media di 10/15 anni, sono scomodi e non facili da manovrare. Il nostro è comodo da usare e con un design accattivante – ha spiegato Alessio Zanolli -. Rispetto ai GoGo sono più facili da gestire, grazie a un peso minore, in spiaggia. Le batterie sono estraibili per facilitare la ricarica”. I clienti sono infatti parchi acquatici e operatori turistici di fiumi e laghi, per esempio quelli di Molveno. L’investimento non è eccessivo: “Il nostro modello base costa meno di 10mila euro per arrivare, a seconda del parco batterie scelto, ai 12mila. Si riesce ad ammortare facilmente la spesa come confermano le richieste, dopo il primo ordine, dei clienti già acquisiti a cui offriamo anche l’assistenza”. Il GoGo va.

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.