Guardaroba etico, i 13 abiti e accessori sostenibili che non devono mancare in primavera

0 256

Guardaroba etico, ognuno di noi può fare la propria parte. Il pendolo dell’industria della moda sta iniziando a spostarsi verso il desiderio di un abbigliamento più sostenibile. In effetti, come spiega Refinery29, CFDA (Council of Fashion Designers of America) in particolare sta raddoppiando la moda sostenibile. Mentre è ancora lunga la strada da percorrere, si registrano diversi marchi che stanno facendo da apripista a questo movimento, offrendo prodotti di tendenza realizzati eticamente – dove “abbigliamento etico” non necessariamente significa collane di canapa e vestiti di calicò. Alcuni di questi stilistii possono risultare familiari, come Stella McCartney, che ha sostanzialmente reinventato l’idea della moda senza crudeltà usando solo pelle vegan nelle sue collezioni. Altri marchi importanti come Dr. Martens e Veja (uno dei preferiti di Meghan Markle) hanno lanciato collezioni di calzature vegane sostenibilida affiancare a linee più “tradizionali”. E mentre i marchi di fast fashion sono spesso problematici a causa delle loro condizioni di lavoro pericolose e le pratiche di approvvigionamento discutibili, molti come H&M si stanno muovendo verso un cambiamento più positivo e consapevole con gli articoli realizzati in parte da materiali riciclati. Combinando tutto ciò, una serie di altri marchi indipendenti si sta avvicinando al nuovo trend, come Everlane e Brother Vellies, la cui fondatrice Aurora James sta diffondendo i concetti di attivismo e consapevolezza creando posti di lavoro sostenibili in Africa, dove gli artigiani producono accessori utilizzando pratiche eco-compatibili a base vegetale piuttosto che intossicarsi e rischiare di morire utilizzando pericolose sostanze chimiche. Diamo un’occhiata a una carrellata di abiti e accessori primaverili creati da marchi sostenibili per rendere il tuo guardaroba etico un po’ più consapevole.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: CALZATURE VEGANE, LE 30 MARCHE MIGLIORI DEL 2019

EVERLANE – Secondo il sito del brand, questa maglia è migliore per l’ambiente perché “gli alpaca sono teneri e delicati animali da pascolo, che vivono sui pendii montagnosi in libertà rispetto ad altri animali da allevamento“.

Everlane

THE KIT – L’obiettivo di The Kit, ideato da Daniel Vosovic, è di ridurre tutti i rifiuti e le sostanze inquinanti durante l’intero processo di produzione della sua collezione dal prezzo interessante. Usa fibre naturali, tessuti sostenibili, stampe non chimiche e produce su richiesta, quindi non c’è mai un eccesso di indumenti prodotti.

The Kit

VEJA – Non solo questo marchio è approvato da Meghan Markle perché utilizza sostituti sostenibili per creare queste bellissime scarpe da trainer, ma impiegano anche personale attraverso Ateliers Sans Frontières, un’organizzazione che aiuta a riabilitare gli ex detenuti.

Veja

REFORMATION – Realizzato in tessuto impermeabile, questo cappotto in realtà risparmia 10.093 litri d’acqua ed emette 1724 di anidride carbonica sulla base del Refscale, che traccia l’impronta ambientale calcolando come i prodotti del marchio aiutino a ridurre l’impatto rispetto alla maggior parte dei vestiti acquistati negli Stati Uniti.

Reformation

BROTHER VELLIES – Realizzati da artigiani in Africa (come detto sopra), questi stivaletti sono realizzati a mano con materiali ecocompatibili, rendendo ancora più speciali queste calzature color lavanda.

Brother Vellies

H&M – Creata in poliestere riciclato, questa camicetta ariosa e piena di fiorellini è un pezzo d’avanguardia dell’attuale linea H&M Conscious.

H&M

KOTN – Realizzato in autentico cotone egiziano, Kotn produce i suoi tessuti in cotone grezzo acquistato direttamente dai contadini per creare abiti comodi e morbidi come questo maglione lungo.

Kotn

MATT & NAT – Per una gamma di accessori senza crudeltà animale (anche senza pelle), Matt & Nat ha tutto ciò di cui hai bisogno. Ecco per esempio un marsupio di tendenza in finta pelle.

Matt & Nat

STELLA MCCARTNEY – Queste sneakers in finta pelle scamosciata sono realizzate con materiali di origine non animale, completamente cruelty-free.

Stella McCartney

MANGO COMMITTEDMentre i colossi della fast fashion hanno chiaramente una lunga strada da percorrere, la linea Committed di Mango (simile alla proposta di H & M) offre capi sostenibili e attenti all’ambiente come questo vestito a pois.

Mango Committed

DR. MARTENS – C’è poco da dire, le Dr. Martens conquistano tutti in questa stagione e qui in particolare mostriamo un paio di scarpe al 100% vegane, color rosa metallizzato.

Dr. Martens

BIRDSONG – Con il motto “no sweatshop, no photoshop”, l’offerta di prodotti di Birdsong è stimolante quanto i modelli realizzati in cotone organico.

Birdsong

ALLBIRDS – Considerata una delle tipologie di calzature più comode del mondo, queste scarpe da ginnastica pop sono realizzate anche con fibre rinnovabili di alberi di eucalipto.

Allbirds

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.