Lampadine a LED, avanti tutta

Le lampadine a LED hanno ridotto di 570 milioni di tonnellate le emissioni di carbonio nel 2017.

0 234

Le lampadine a LED sono protagoniste di una grande crescita negli ultimi anni grazie ai numerosi vantaggi che comportano rispetto all’illuminazione tradizionale. I costi dell’investimento iniziale sono calati drasticamente e la tecnologia ha fornito più opzioni per i consumatori. La scelta verso il LED è anche ripagata con l’eliminazione del rilascio di carbonio, con una riduzione delle emissioni di oltre mezzo miliardo di tonnellate nel 2017.

[kelkoogroup_ad id="13540" kw="nature" /]

LO STUDIO – La IHS Markit, società che ha sede a Londra e analizza dati e fornisce soluzioni per le aziende, ha pubblicato uno studio che mostra come le emissioni di anidride carbonica siano state ridotte di ben 570 milioni di tonnellate grazie all’uso di lampadine a LED. Per darvi un’idea, è la stessa quantità che si otterrebbe con la chiusura di 162 centrali elettriche a carbone!

RISPARMIO IN WATT – Per mantenere accese queste lampadine, serve meno energia. Nello specifico, usano il 40% in meno di energia rispetto alle lampadine a fluorescenza e raddoppiano la quantità di luminosità. Come unità di misura per i LED, invece dei watt, è meglio utilizzare i lumen. Per raggiungere un livello luminoso di 2.600 lumen, le lampadine a incandescenza necessitano di 150 watt mentre i LED richiedono solo tra 25 e 28 watt.
L’efficienza dei LED è essenzialmente ciò che li rende ecologici“, ha detto in un comunicato stampa Jamie Fox, principale analista di IHS Markit.

MAGGIORE EFFICIENZA – Questo rende anche le luci a LED più efficienti e dà loro la possibilità di durare molto più a lungo rispetto alle lampadine tradizionali. Poiché, in alcuni casi, possono durare fino a 20 anni, ciò riduce la produzione di bulbi, eliminando le emissioni dal processo e creando meno rifiuti. Inoltre, i LED non contengono mercurio come le lampade fluorescenti.

USO DOMESTICO – Le lampadine a LED possono essere un buon sostituto nella maggior parte degli edifici commerciali e residenziali. Per l’uso domestico, possono offrire un’illuminazione personalizzabile a un prezzo molto più economico rispetto a pochi anni fa. Tuttavia, quelle a LED non sono ancora così economiche come le lampadine tradizionali e devono essere utilizzate correttamente per massimizzare i benefici.

PRECAUZIONI – Se il calore rimane intrappolato attorno al bulbo, quest’ultimo diventerà caldo e brucerà comunque in breve tempo. Poiché i LED non necessitano di molta potenza, solo quelli specifici sono compatibili con i sistemi di regolazione. Facendo attenzione a queste precauzioni, chiunque può prendere in seria considerazione il risparmio nel lungo periodo sostituendo le luci standard con i LED.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.