Leonardo DiCaprio, da vent’anni impegnato per salvare la Terra

Asta charity da 11 milioni di dollari per festeggiare la Fondazione. Madonna, Robert Redford, Sophia Loren, Chris Martin e Dakota Johnson tra le star.

0 208

Leonardo DiCaprio è l’ambientalista più famoso di Hollywood e da vent’anni si dedica a ‘salvare’ la Terra. La Leonardo DiCaprio Foundation (LDF) ha celebrato il suo ventesimo anniversario di attività a favore della protezione dell’ambiente di sensibilizzazione verso il cambiamento climatico e di protezione della biodiversità con un evento e un’asta la cui raccolta fondi supporterà i programmi globali della Fondazione e dei suoi partner, in prima linea nella lotta a questa crisi ambientale. Icone internazionali del mondo dell’arte, del cinema, della moda e del movimento per la conservazione hanno raggiunto Leonardo DiCaprio nel paese del vino di Sonoma durante il fine settimana. La serata, zero waste, si è svolto in una fattoria ecosostenibile della Sonoma Valley in California. Presenti tra gli altri Arnold Schwarzenegger, Madonna, Tobey Maguire, Ellen DeGeneres, Julia Jackson, Edward Norton, Moby, Vivi Nevo e Robert Redford. Le leggende del grande schermo Catherine Deneuve e Sophia Loren, l’antropologa di fama mondiale Jane Goodall e il 97enne pittore Wayne Thiebaud, sono stati tra coloro che hanno partecipato all’asta, che ha raccolto 11 milioni di dollari. I fondi saranno utilizzati per progetti che affrontano il cambiamento climatico e proteggono la biodiversità. La fondazione DiCaprio ha fornito oltre 100 milioni di dollari di sovvenzioni negli ultimi vent’anni, tra cui 1 milione alle vittime dell’uragano Harvey lo scorso anno – e ha appena annunciato altri 11 milioni di dollri in nuove borse di studio per una serie di progetti.

[kelkoogroup_ad id="13540" kw="nature" /]
Naomi Campbell è una delle decine di star iconiche internazionali che hanno partecipato all’evento.

LE STAR PRESENTI – Ache Chris Martin e Dakota Johnson, Ed Norton, Mark Ruffalo, Michael Ovitz e Tamara Mellon si sono recati nel paese del vino per il gala green che si è tenuto l’anno scorso a St. Tropez. Naomi Campbell ha fatto una straordinaria apparizione in un mantello nero e abito Alexander McQueen, che ha attirato l’attenzione sui suoi braccialetti scintillanti di Tiffany & Co.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: SCHWARZENEGGER E DICAPRIO, NO ALLE TRIVELLAZIONI DI TRUMP

LEONARDO DICAPRIO – Come riportato in un’intervista di Ansa, la star di Hollywood ha raccontato di aver “creato LDF 20 anni fa con la semplice idea di poter fare la differenza nel finanziare direttamente alcuni dei più efficienti programmi di protezione ambientale– iniziative individuali, attività sul campo, campagne istituzionali – ho cercato di scegliere quello che riuscisse ad avere un impatto maggiore per la collettività. Dal 1998 abbiamo supportato oltre 200 iniziative in tutti i continenti e in ogni oceano, con attività volte a preservare habitat originali, per la conservazione delle specie endemiche, promozione utilizzo di energie di rinnovabili, sensibilizzazione al cambiamento climatico in corso e sulla necessità di garantire diritti delle popolazioni indigene. Abbiamo raccolto altri 11 milioni di dollari, a sostegno del nostro programma Six Areas, fondi che hanno portato i ricavati di LDF a più di 100 milioni di dollari”, ha aggiunto. “Quest’anno abbiamo onorato organizzazioni e personaggi che hanno sviluppato straordinari programmi di conservazione ambientale e che hanno contribuito sostanzialmente alle attività della Fondazione” ha continuato DiCaprio. “Tramite la sua arte, Wayne Thiebaud ha ispirato la collettività nel prendere parte ad azioni per la protezione del nostro pianeta. Arne Glimcher e il suo lavoro con la African Environmental Film Foundation, sono riusciti a sensibilizzare l’opinione pubblica sui problemi che sta attraversando il continente africano. La partnership tra Amazon Frontlines e Ceibo Alliance ha garantito un incredibile risultato nella prevenzione della distruzione della foresta pluviale in Ecuador, provvedendo aiuti nella salvaguardia di territori e culture indigene.”

IL GALA E L’ASTA BENEFICA – Sul palcoscenico, per una performance speciale, Chris Martin dei Coldplay mentre a Simon Shaw, vice-presidente di Sotheby’s, e’ stato affidato il martello del battitore. I proventi vanno a beneficio delle cause per la tutela della natura care al divo. Nel corso della serata il fondatore di Pace Gallery Arne Glimcher che ha finanziato il film del 1888 Gorillas in the Mist ha ricevuto un premio per la tutela dell’ambiente. A Thiebaud invece il primo Art and Environment Award della fondazione.

MENO INCASSI DEL PREVISTO – Questa è stata la quinta asta da quando la Leonardo DiCaprio Foundation è stata creata nel 1998. In passato le vendite hanno raccolto tra i 30 e i 45 milioni di dollari mentre stavolta il risultato è stato più basso poiché il numero di lotti offerti era inferiore al passato. L’anno scorso ci fu un incidente di percorso: l’attore aveva proposto al migliore offerente incontri privati con due personaggi di Hollywood che di lì a poco si sarebbero rivelati predatori sessuali: Weinstein e Spacey. Stavolta, solo opere di grandi artisti sono finite sotto il martello di Shaw: tra questi il grande Mountain Split di Thiebaud, valutato 4,5 milioni di dollari e completato solo l’anno scorso dal 98enne artista famoso per quadri che raffigurano torte, pasticcini e caramelle.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.