Ocean Cleanup, un aggiornamento dall’oceano

Si è conclusa brillantemente la fase della prova generale prima della performance principale: la pulizia della plastica del Great Pacific Garbage Patch nell'Oceano Pacifico.

0 178

Ocean Cleanup, dopo il successo del lancio dalla Baia di San Francisco, il Sistema 001 ha percorso 350 miglia nautiche per iniziare le Prove del Pacifico. Le prove dureranno approssimativamente due settimane e sono un passo cruciale prima di prendere il Sistema 001 e trainarlo per le restanti 800 miglia nautiche fino al Great Pacific Garbage Patch. È stata quindi una prova generale prima della performance principale: la pulizia della plastica dall’oceano Pacifico. Vediamo nel dettaglio gli obiettivi dei test e che cosa accadrà nelle prossime due settimane.

PER SAPERNE DI Più: OCEAN CLEANUP, PRONTO IL LANCIO DEI SUOI PAC-MAN MANGIA PLASTICA

Il sistema di traino Maersk Launcher 001 verso il sito di prova. Foto scattata il 14 settembre.

GLI OBIETTIVI DELLA PROVA NEL PACIFICO – Ci sono molti compiti che devono essere svolti durante le prove del Pacifico, ma abbiamo identificato cinque obiettivi principali per le prossime due settimane. Confermando questi obiettivi ci forniremo la comprensione per sapere se il sistema è pronto per la sfida che deve affrontare nel vortice. Per ulteriori dettagli sulle prove, consultare il nostro ultimo aggiornamento.

PER SAPERNE DI Più: GREAT PACIFIC GARBAGE PATCH, LA MACCHINA CHE LA RIPULIRà

Uno dei membri dell’equipaggio in azione durante la prima installazione di successo delle linee di chiusura. Realizzate con Dyneema®, queste quattro linee si collegano a una piastra quad centrale e aiutano il sistema a mantenere la sua forma a U in qualsiasi condizione. Foto scattata il 15 settembre.

Informazioni sulla lista di controllo:

Installazione a forma di U. La forma a U è fondamentale per condurre molti dei test e questa è la prima volta che il sistema viene ‘piegato’ nella sua forma prevista. Per fare questo, sono state collegate le quattro linee di chiusura all’interno del sistema.

Velocità sufficiente attraverso l’acqua. Viene testata la velocità del sistema per essere sicuri che si muova più velocemente della plastica. Questo dettaglio è essenziale per catturare la plastica all’interno del vortice.

Capacità di riorientare quando cambia direzione vento / onda. Per questi test il sistema viene rimorchiato in varie direzioni contro vento (45, 90 e 180 gradi). L’obiettivo è verificare che, nonostante i venti, il sistema si riposizioni di fronte alla plastica.

Portata effettiva in stato stazionario. La larghezza del sistema fluttuerà in base alle condizioni dell’oceano, ma deve rimanere in un intervallo variabile in modo che possa catturare e trattenere la plastica.

Nessun danno significativo entro la fine del test. L’obiettivo è garantire che il sistema possa resistere alle condizioni dell’oceano prima di rimorchiarlo fino alla patch. Saranno effettuati controlli alla fine delle prove per danni. Se osserveranno un danno grave, valuteranno se possa essere risolto.

Installazione a forma di U. Poco dopo l’arrivo, il sistema doveva essere sistemato nella sua configurazione a forma di U. Ciò ha richiesto il collegamento delle linee di chiusura, che aiutano il sistema a mantenere la sua forma e gli impediscono di ribaltarsi.

Una sovrapposizione della forma modellata a un’immagine del sistema di visualizzazione superiore dopo l’installazione.

PRIMI RISULTATI – L’installazione è andata molto bene e il sistema sembra comportarsi positivamente finora. La configurazione del sistema nella sua forma a U è il primo elemento della lista di controllo, e corrisponde direttamente alla curvatura prevista dai modelli di ingegneria.

PROSSIMI PASSI – Sarà mantenuta la forma a U per due settimane. Durante questo periodo, il sistema continuerà a essere sottoposto a vari test aggiuntivi. L’equipaggio ha già iniziato a testare l’orientamento del sistema in diverse direzioni del vento e punta a completare questi in pochi giorni. Il fine è raggiungere tutti e cinque gli obiettivi nelle prossime due settimane. Solo quando tutti gli obiettivi della lista saranno spuntati, sarà dato il via libera per iniziare il viaggio verso il Great Pacific Garbage Patch. Rimanete sintonizzati.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.