Orange Fiber produce tessuti sostenibili made in Italy dagli agrumi siciliani

0 350

Orange Fiber apre la raccolta su CrowdFundMe. Obiettivo? Proseguire con l’ambizioso progetto moda nel segno del rispetto dell’ambiente e degli animali. Orange Fiber è la PMI innovativa tutta italiana, che ha brevettato e produce tessuti sostenibili dagli agrumi. Il processo, che è stato ideato da Adriana Santanocito e la fattibilità è stata provata in collaborazione con il Politecnico di Milano, consente di ottenere l’alternativa ecologica e animal-free alla seta, senza rinunciare alla qualità del prodotto, riconosciuta a livello internazionale. Da questa collaborazione è nato il primo deposito del brevetto italiano nel 2013. In questi anni anche altri grandi brand si sono affidati a Orange Fiber: nel 2017, per esempio, la società ha fornito oltre 10mila metri di tessuto a Salvatore Ferragamo per lo sviluppo di una collezione in edizione limitata. Secondo dati aggiornati, solo in Italia ogni anno si producono circa 1 milione di tonnellate di pastazzo, un sottoprodotto ingombrante, che finora ha rappresentato un grosso problema per l’intera filiera agrumicola a causa dei suoi elevati costi per le industrie di succhi e per l’ambiente. Orange Fiber – in grado di ottenere una materia prima-seconda da un sottoprodotto industriale non rivale all’alimentazione, che non incide sulle risorse naturali ma al contrario ottimizza lo sfruttamento di una matrice che altrimenti andrebbe smaltita – nasce per rispondere alle nuove esigenze di innovazione e sostenibilità dell’industria della moda, offrendo un tessuto elegante e di qualità, capace di unire etica ed estetica e conservare intatte le risorse del pianeta per le generazioni future.

[kelkoogroup_ad id="13540" kw="nature" /]
Orange Fiber è stata fondata nel 2014 da Adriana Santanocito e Enrica Arena.

ORANGE FIBER – L’azienda, fondata nel 2014 da Adriana Santanocito e Enrica Arena, è già presente sul mercato e vanta collaborazioni nel settore moda e lusso con importanti marchi come H&M. Il colosso svedese ha infatti lanciato la linea Conscious Exclusive, realizzata interamente con materiali riciclati o sostenibili. H&M ha inoltre annunciato che entro il 2030 impiegherà solamente materiali riciclati o ottenuti da fonti sostenibili. Premi e riconoscimenti:

Cogliendo un’opportunità dove altri vedevano solo un problema, Orange Fiber ha sviluppato un processo industriale virtuoso che riduce sprechi e inquinamento, trasformando i sottoprodotti dell’industria agrumicola in una nuova risorsa per il mondo della moda.

IL TESSUTO DI ORANGE FIBER – Esclusivo, setoso e impalpabile, è pensato per rispondere alle esigenze di innovazione e sostenibilità della moda, interpretandone la creatività e lo spirito visionario. Dall’aspetto serico, del tutto simile alla seta, può essere stampato e colorato come i tessuti tradizionali, opaco o lucido, usato insieme ad altri filati – come il cotone o la seta – o in purezza, unisce sostenibilità e innovazione alla qualità tessile del Made in Italy.

Orange Fiber ha lanciato una campagna di crowdfunding per ampliare il progetto.

OBIETTIVO DEL CROWDFUNDINGOrange Fiber risponde a un’esigenza concreta dell’industria della moda e del lusso: diventare sostenibile. Si pensi che oltre 94 brand, i quali coprono circa il 12,5% del mercato globale, hanno aderito a Global Fashion Agenda, l’organizzazione internazionale impegnata sul tema dell’ecologia in questo settore. Orange Fiber ha attivato un gruppo Telegram per permettere a tutti gli investitori e agli interessati di confrontarsi direttamente con i founder

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.