Pelliccia ecologica, è il vero trend dell’anno

0 231

Pelliccia ecologica, eco-pelliccia, pelliccia sintetica, faux four: tanti modi per dare un nome alla tendenza dell’anno, che ha conquistato tutte – stilisti e clientela di tutte le età – e che sembra soppiantare del tutto il desiderio di vestirsi con pellicce. D’altra parte sono molti gli stilisti che hanno dichiarato ‘stop’ alla pelliccia. La prima fu la nostra beniamina, Stella McCartney: la celebre designer britannica è la pioniera nella battaglia contro il maltrattamento degli animali per fini puramente estetici. La sua green mission però ora è stata accolta anche da altri stilisti, così come abbiamo indicato nell’articolo dedicato ad abiti e accessori etici. Nel solco tracciato da Stella, molti brand di lusso – da Chanel a Giorgio Armani, da Versace a Furla, da Gucci a Michael Kors e Jean Paul Gaultier – hanno abbandonato nel corso dell’ultimo anno l’utilizzo delle pellicce nelle loro collezioni, in favore di una decisa svolta fur free, che spesso coincide anche in un abbandono della pelle e ai pellami. In realtà, c’è chi solleva obiezioni riguardo l’effettiva eco sostenibilità dei materiali utilizzati per produrle, ma il nostro plauso va comunque a chi ha scelto di bandire pellicce e pellami – inclusi serpenti, lucertola… – in favore di materiali che non implichino cruelty-free, ovvero la sofferenza animale. Addirittura in California vi sono già città che ne vietano la vendita, come San Francisco. Complice la volontà di salvare gli animali rinchiusi negli allevamenti o merito di abiti e accessori finalmente fashion nonostante l’uso di materiali “eco”?

[kelkoogroup_ad id="13540" kw="nature" /]

Non solo soffici capispalla come bomber e cappotti, ma anche accessori come borsezainetti e tante scarpe vegan. Inoltre pare che le pellicce “vere” non piacciano alle Millennial. Noi di Pure Green Italia ci siamo lasciati ispirare da Luukmagazine e abbiamo preso ciò che consideriamo il meglio dalla loro gallery di proposte di grande tendenza.

Stella McCartney

Stella McCartney è la pioniera della moda compassionevole, cruelry-free. Ecco qui il cappotto in pelliccia sintetica rossa, caratterizzato dalla vestibilità classica e dal maxi bavero.

Furla

Furla, al pari di Versace, ha deciso recentemente di abbandonare le pellicce per le sue creazioni. Ecco qui l’iconica Metropolis di Furla nella versione Nuvola, realizzata in ecopelliccia azzurra e con chiusura metallica: da indossare a bandoliera o a tracolla.

Stand

Tra i brand più all’avanguardia in fatto di ecopellicce spicca Stand, che propone un cappotto in pelliccia sintetica bicolore, per non passare inosservate.

Gucci

Gucci non solo ha dichiarato ‘basta’ alle pellicce, ma ha anche ideato Equilibrium, il portale della moda di lusso sostenibile. Dalla sfilata Cruise 2019 di Gucci, la stola in eco pelliccia con motivo GG in versione macro dal gusto vintage.

Mango

La ecopelliccia Mango è total black, caratterizzata dal taglio corto, dalla vestibilità over e dal collo a scialle.

Dolce & Gabbana

D’accordo, ricorda quello delle bambine per andare alla scuola dell’infanzia… però questo zaino fashion in eco pelliccia è firmato da Dolce & Gabbana. Chissà se anche il duo della moda italiana più celebre al mondo dirà presto ‘stop’ alle pellicce…

Shrimps

Brand indipendente molto amato dalle trendsetter, Shrimps propone una giacca in pelliccia ecologica rosa con colletto bordato in vernice nera.

Zara

Zara è un marchio molto attivo nella lotta contro la pelliccia di animali anche nella sua linea Zara Home, già premiato dall’Award di PETA. Qui in foto è il suo giubbotto con trapuntatura verticale in pelliccia sintetica color marron glacé.

(Fonte e foto: Luukmagazine)

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: PELLICCE, IL LORO COMMERCIO CONQUISTERA’ I MILLENNIAL?

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.