La rivista di stile, vita, benessere e cultura green a 360 gradi

Rothy’s, le ballerine di plastica riciclata

Sono realizzate interamente con la plastica delle bottiglie usa e getta usate.

48

Nell’armadio di una donna le ballerine non mancano mai. Se siete alla ricerca di un paio di scarpe da donna comode, originali e sostenibili le proposte di Rothy’s fanno al caso vostro: sono realizzate interamente con la plastica delle bottiglie usa e getta usate. Vantano zero emissioni di carbonio, solette e imballaggi riciclati e la possibilità di essere completamente riciclate quando non più necessarie.

L’IDEA – L’idea è di Stephen Hawthornthwaite e Roth Martin, imprenditori californiani, che dopo vari anni di ricerca e sviluppo hanno lanciato questa linea di scarpe che dà una mano all’ambiente senza sacrificare il gusto per il bello. Dalla homepage di Rothy’s si leggono quante bottiglie sono state già riciclate (al momento sono 7.580mila!).

RICICLO DI PLASTICA PET – La lavorazione parte dai filati, realizzati dal polietilene tereftalato (PET) delle bottiglie tritate e trasformate in granuli, dai quali si ricavano le fibre di poliestere in fiocco che una volta compresse formano il filamento pronto per essere lavorato. Il risultato è una tomaia morbida e traspirante creata da una speciale stampante 3D che riduce al minimo gli scarti derivanti da tagli, irregolarità e difetti. Il processo richiede una decina di minuti, impiegando per ogni paio tre bottiglie di plastica riciclata. Nel video è svelato come vengono realizzate.

RESTITUZIONE A FINE USO – Anche la scatola è di materiale riciclato, inoltre, la Rothy’s ha creato un programma che permette ai clienti di rispedire gratuitamente le ballerine quando non verranno più indossate. In questo modo l’impianto di riciclaggio le riciclerà e torneranno in vita sotto forma di pezzi di altre scarpe.

Arianna Pinton

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.