Salone del Mobile 2018, il design sostenibile

Per un futuro basato su qualità, innovazione, creatività sono coinvolti designer, aziende e brand. Un nuovo punto di partenza con molte buone intenzioni.

0 432

Salone del Mobile, punto di partenza non è più il materiale ipertecnologico, prodotto nei laboratori del futuro, bensì l’ottimizzazione ed il rinnovamento delle risorse che plasmano la struttura dell’edificio. La 57° edizione del Salone del Mobile di Milano si presenta con oltre 205 mq di superficie espositiva, oltre 2mila espositori da tutto il mondo e ben cinque manifestazioni in contemporanea. Il tutto ospitato nel quartiere Fiera Milano a Rho da martedì 17 fino a domenica 22 aprile con apertura agli operatori dalle 9.30 alle 18.30 e sabato e domenica anche al pubblico. Per un futuro basato su qualità, innovazione, creatività sono coinvolti designer, aziende e brand. Un nuovo punto di partenza con molte buone intenzioni.

LE 5 MANIFESTAZIONI CONTEMPORANEE – I fantastici 5 sono: Salone Internazionale del Mobile, Salone Internazionale Complemento d’Arredo, EuroCucina con il suo evento collaterale FTK (Technology For the Kichen), Salone del Bagno e SaloneSatellite. A corollario le affascinanti e originali iniziative del FuoriSalone, che si distribuiscono in tutta Milano.

MANIFESTO DEL SALONE DEL MOBILE – I capisaldi del manifesto sono spiegati da Claudio Luti, presidente del Salone del Mobile: «Per vincere la sfida globale dobbiamo puntare sull’innovazione e sulla sostenibilità, sulla capacità di fare sistema e cultura, sulla volontà di condividere informazioni e valorizzare le nuove generazioni. Un invito a Milano a fare Rete, a crescere insieme».

INNOVAZIONE – Il successo del Salone parte dalle imprese che fanno dell’innovazione di prodotto e di processo la loro arma vincente. Innovare le linee, le forme, la comunicazione, i sistemi di vendita. Solo  così si può stare al passo con i ritmi veloci di un mercato super esigente. Il tutto condito con buone dosi di qualità.

QUALITA’ SOSTENIBILE – La qualità fatta di buone materie prime, bel design, ottima fattura non basta più, deve essere anche  sostenibile è il lei motiv del salone dell’edizione 2018. Il che non significa essere solo green, bisogna tener conto della fine vita del prodotto, del concetto di economia circolare, della tutela dell’ambiente. Il designer dovrà anche pensare di favorire i processi di condivisione e di riutilizzo.

GIOVANI DESIGNER – Il SaloneSatellite fucina creativa per futuri designer, offre all’interno del Salone del Mobile 2018 una finestra sul futuro di questi giovani talenti, i quali hanno spiccato il senso di ricerca di prodotti ecosostenibili. Qui hanno lo spazio per presentare le loro creazioni, i loro prototipi che magari potranno interessare alle imprese sempre in cerca di novità. Milano patria del design ha anche scuole dedicate e università di valore internazionale frequentate da studenti di tutto il mondo. Quando questi giovani torneranno al loro paese di origine avranno acquisito basi culturali e stili di pensiero made in Italy.

La Natura dell’Abitare in piazza del Duomo davanti a Palazzo Reale.

INSTALLAZIONE IN PIAZZA DUOMO – Per valorizzare questo legame con Milano è stata predisposta una grande mostra-installazione dal 17 al 29 aprile, in piazza del Duomo di fronte a Palazzo Reale, dal tema il rapporto tra natura e l’abitare, ovvero la progettualità green negli spazi interni delle case con la firma dello studio di design Carlo Ratti associati. Installazione super tecnologica in cui le quattro stagioni coesistono una accanto all’altra, ciascuna con il proprio microcosmo vitale permettendo al visitatori di immergersi nella natura attraversando l’Inverno, la Primavera, l’Estate e l’Autunno tra “suggestioni” familiari e domestiche in un percorso nella realtà ecosostenibile, frontiera prossima ventura della sfida dell’abitare metropolitano. Perché Living Nature propone soluzioni che si possono applicare realmente sfruttando in modo intelligente le innovazioni tecnologiche esistenti.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.