Samsung, ancora nessun passo verso le rinnovabili

Il colosso coreano, nonostante sia il maggior venditore al mondo di smartphone, ancora non si decide a diventare green. Ma cosa aspetta?

0 450

È tempo che Samsung realizzi davvero l’innovazione, visto che il colosso coreano è leader mondiale per la produzione e vendita di smartphone e non solo. Il mese scorso al Mobile World Congress di Barcellona, ​​Samsung ha annunciato il suo nuovo Galaxy S9 e Galaxy S9+. Ma l’evento è stato inaspettatamente calmo quest’anno e la ragione potrebbe essere che, oltre ad alcune caratteristiche incrementali e telecamere più grandi, i nuovi modelli non stanno davvero cambiando molto. Il vero cambiamento che ormai tutti si aspettano è una decisa scelta green verso fonti rinnovabili. Che però a tarda ad arrivare. Perché?

SAMSUNG IMPATTA QUANTO LA REPUBBLICA DOMINICANA – I suoi smartphone potrebbero avere la tecnologia più avanzata, ma il modo in cui Samsung produce i suoi dispositivi elettronici è ancora bloccato nell’età industriale. Per esempio, Samsung utilizza circa 16 terawatt l’anno, il che equivale a quello prodotto dalla Repubblica Dominicana, ma solo l’1 percento proviene da fonti rinnovabili. Invece di nuovi modelli, ciò di cui abbiamo veramente bisogno è la leadership che affronti il ​​cambiamento climatico in tutto il settore e una transizione molto più aggressiva da parte delle aziende alle fonti di energia rinnovabili che si estendono anche alle catene di approvvigionamento del prodotto. I dispositivi elettronici sono diventati più efficienti dal punto di vista energetico, ma la loro crescente complessità significa che serve più energia per produrli.

LEGGI ANCHE: SMARTPHONE APPLE E SAMSUNG BOCCIATI DA GREENPEACE

EFFETTO DOMINO – Il colosso coreano ha uno status unico nel settore IT. La società ha migliaia di fornitori in tutto il mondo e fornisce componenti chiave per Apple, Oppo, Vivo, Xiaomi, Huawei e molti altri. Se Samsung passa al 100% di energie rinnovabili, l’impatto creerà un effetto domino positivo tra le altre aziende, facilitando una transizione ancora più rapida verso il 100% di energia rinnovabile all’interno del settore.

LEGGI ANCHE: SMARTPHONE, UCCIDONO IL PIANETA Più VELOCEMENTE DI QUANTO CI SI ASPETTASSE 

IL RITARDO DI SAMSUNG – Nonostante il rilascio di carbonio sia in crescita, Samsung non ha ancora fissato una riduzione delle emissioni o un obiettivo di energia rinnovabile, né ha reso pubblici i nomi dei suoi migliori fornitori. La società ha solamente annunciato che rilascerà una strategia per le energie rinnovabili entro agosto 2018, ma questa data non è abbastanza vicina vista la portata e l’urgenza di ciò che stiamo affrontando. Se vogliono davvero mostrare la propria leadership, i CEO di Samsung devono fare del cambiamento climatico una priorità e mostrare l’ambizione di voler trasformare le proprie attività in energia rinnovabile al 100%.

GLI EFFETTI POSITIVI – Esistono numerosi benefici per le aziende tecnologiche che passano alle energie rinnovabili. L’aumento della competitività in termini di costi delle energie rinnovabili, con contratti a lungo termine che garantiscono sempre più a parità di costo garantisce anche la sicurezza dei prezzi a lungo termine. Inoltre, i marchi che possono collegare la loro identità a una fonte rinnovabile di energia sono meglio percepiti dai clienti, data la crescente preoccupazione per i cambiamenti climatici.

COSA STA ASPETTANDO SAMSUNG? – Anche la Corea del Sud, patria di Samsung, sta passando a un sistema di energia pulita, offrendo all’azienda un’opportunità senza precedenti di abbracciare le fonti rinnovabili. Proprio di recente, la provincia di Chungnam si è impegnata a eliminare gradualmente il carbone entro il 2050 e il Presidente ha promosso una transizione dai combustibili fossili alle energie rinnovabili. In qualità di maggiore vendor di smartphone al mondo, è ora che Samsung usi la sua influenza e il suo potere per innovare davvero. Questo cambiamento è più importante dell’elettronica. È più importante del business. Si tratta dell’eredità che possiamo lasciare ai nostri figli.

LEGGI ANCHE: LA CLASSIFICA DELLE AZIENDE TECH PIù GREEN

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.