Starbucks GB farà pagare 5 pence per ogni bicchiere monouso

Il provvedimento entrerà in vigore dal 26 luglio, dopo il successo della sperimentazione a Londra.

0 40

Starbucks e la sua lotta contro l’inquinamento (era ora). Starbucks procede il suo percorso verso un consumo più sensibile rispetto all’impatto ambientale. Per questo motivo, ha previsto per i clienti di passaggio a Londra, delle nuove disposizioni più green. La celebre catena americana di bar Starbucks introdurrà infatti da fine luglio nei suoi locali in Gran Bretagna un sovrapprezzo di 5 pence (6 centesimi di euro) per ogni bicchiere usa e getta di carta. Come riferisce il quotidiano Guardian, l’obiettivo è disincentivarne l’uso e favorire invece tazze e bicchieri riutilizzabili.

LATTE LEVY – Il sovrapprezzo, battezzato con un nome mezzo italiano, “latte levy” (imposta sul latte), è stato sperimentato con successo per tre mesi a Londra. Dal 26 luglio 2018 sarà esteso in tutti i 950 bar britannici della catena. Una ricerca commissionata da Starbucks aveva rilevato che quasi la metà (48%) delle persone intervistate si dichiara disponibile a portare una tazza riutilizzabile. Così da risparmiare denaro e ridurre gli sprechi.

LO SCONTO – Starbucks GB offre già uno sconto di 25 pence su ogni bevanda a chi si porta da casa la propria tazza. Ieri la catena americana, con sede a Seattle, ha annunciato che eliminerà tutte le cannucce di plastica dai suoi locali nel 2020.

PER SAPERNE DI Più: STARBUCKS ELIMINERà LE CANNUCCE DI PLASTICA 

IL RICAVATO A HUBBUB – Il ricavato dei 5 pence sarà devoluto agli esperti di beneficienza ambientale, Hubbub, che contribuiranno a tracciare l’impatto della ricarica nello stesso bicchiere nell’arco temporale di tre mesi sul comportamento dei clienti. Con l’obiettivo di ridurre gli sprechi e incoraggiare l’uso di tazze riutilizzabili. Simon Redfern, VP Communications di Starbucks Europe, ha dichiarato: “Speriamo che questo addebito ricordi ai clienti di ripensare al loro utilizzo di cup rivestite di plastica monouso. Così come accade per i sacchetti di plastica. Abbiamo offerto uno sconto per tazze riutilizzabili per 20 anni. Ma solo l’1,8% dei clienti attualmente accetta questo tipo di offerta. Quindi siamo davvero interessati a lavorare con Hubbub per vedere come questa tassa possa aiutare a cambiare il comportamento e contribuire a ridurre gli sprechi”.

Siamo entusiasti di lavorare a questa iniziativa con Starbucks e poter scoprire se ci troviamo realmente sulla strada giusta per convincere le persone a utilizzare tazze riutilizzabili”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: GRAN BRETAGNA, C’è UNA TASSA NEL CAFFè

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.