Tesla Model 3, 2.500 auto a settimana entro marzo

Riuscirà Elon Musk a rispettare l'obiettivo di 20mila Model 3 al mese o il monopolio di Tesla tra le auto elettriche premium sta vacillando?

0 1.490

Solo un mese di tempo per raggiungere l’obiettivo fissato per la prossima estate di 5mila esemplari a settimana. Un raddoppio ogni tre mesi. E comunque sempre (molto) meno dei proclami iniziali. La Model 3, la media elettrica che dovrebbe portare a quadruplicare le vendite di Tesla è ancora in ritardo, ma la produzione cresce. Durante la presentazione, la scorsa estate, Elon Musk dichiarò il target di 20mila Model 3 al mese da dicembre 2017.

[kelkoogroup_ad id="13540" kw="nature" /]

IL PROBLEMA? LE BATTERIE – La produzione degli accumulatori è il grande problema di Tesla. L’autonomia superiore rispetto a molte attuali potenziali concorrenti, sono uno dei plus del brand. Pare che sia stato necessario ricorrere anche a manodopera esterna e gli interventi manuali necessari sarebbero molto superiori di numero a quanto preventivato.

CORSA CONTRO AL TEMPO – Senza il vantaggio iniziale, di offerta e quindi di prestigio, e con le altre Case che stanno preparando la grande offensiva elettrica, il Marchio di Elon Musk potrebbe diventare come tutti gli altri. I continui ritardi nelle consegne di Model 3 lasciano intendere che il monopolio di Tesla tra le auto elettriche premium stia vacillando. 

Tesla ha ribadito ufficialmente che tutto si sta svolgendo in sintonia con i tempi prefissati. Come riportato da Auto.it, Elon Musk ha annunciato che rimarrà senza compenso se non raggiungerà di qui a 10 anni gli obiettivi prefissati.

TRIMESTRE RECORD – Il trimestre conclusivo del 2017 per Tesla è stato il migliore di sempre del brand californiano, con 15.200 Model S, 13.120 Model X, ma solo 1.550 Model 3 vendute per un totale di 29.870 Tesla, pari a un aumento del 27% rispetto al quarto trimestre del 2016.

LE RECENSIONI DEI CLIENTI – I primi recensori di Tesla Model 3 gradiscono la maneggevolezza e l’accelerazione della vettura, ma sono stati infastiditi da alcuni problemi tecnici. Secondo Cetusnews, alcuni clienti hanno notato che la maneggevolezza del Modello 3 è “un po’ più rigida” rispetto al più costoso Model S, ma il più grande problema pare che sia la portiera anteriore, lato guidatore, che non si chiude così facilmente come dovrebbe. “Continuo a chiuderla e non si blocca“, ha detto Chad Hurin a Business Insider: “È solo fastidioso dover riaprire la portiera e richiuderla. L’ho fatto probabilmente già una dozzina di volte da quando ce l’ho“. Un altro proprietario ha descritto una problematica dovuta alle funzionalità Bluetooth del modello 3: “L’auto si collega costantemente ai nostri telefoni ogni pochi minuti, ciò comporta che l’auto è connessa tutto il giorno“. Le risposte positive che il Modello 3 ha ricevuto finora sono buone notizie per Tesla e coerenti con la soddisfazione a lungo termine che gli acquirenti hanno segnalato per altre vetture della stessa Casa.

Ecco un driving test

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.