Versace e Furla, stop alle pellicce

Entrambi i marchi italiani hanno dichiarato che smetteranno di usare pellicce vere, unendosi alla lista crescente di brand di lusso che voltano le spalle alla pelliccia.

0 311

Versace e Furla annunciano lo stop alle pellicce. La casa di moda italiana Versace e il produttore di borse e accessori Furla hanno detto che smetteranno di usare la vera pelliccia nelle loro creazioni, unendosi a una crescente lista di marchi di lusso che hanno voltato le spalle all’industria della pellicceria, tra cui Gucci. Le case di moda di tutto il mondo si stanno piegando alle pressioni e utilizzano alternative alla vera pelliccia, tra le richieste pressanti da parte dei gruppi per i diritti degli animali e il cambiamento dei gusti dei clienti più giovani, sempre più consapevoli delle problematiche ambientali legate ai vestiti che acquistano.

LE CONFERMEDonatella Versace, direttrice artistica e vicepresidente di Versace, ha dichiarato di non voler uccidere animali per fare moda e che “non le sembra giusto”, parlando in un’intervista rilasciata mercoledì alla rivista 1843 di The EconomistFurla, giovedì, si è impegnata a sostituire tutte le pellicce con eco-pelliccia sia per uomo sia per donna a partire dalla sua collezione Cruise 2019.

I COMMENTI – Il vicepresidente senior di People of the Ethical Treatment of Animals (PETA) Dan Mathews ha dichiarato che si tratta di “una svolta importante nella campagna per la moda compassionevole”, aggiungendo che non vedeva l’ora di vedere “Versace senza pelle”. Il gruppo per i diritti degli animali ha recentemente condotto una campagna ai giochi invernali di Pyeongchang per la fine del commercio delle pellicce.

Una borsetta Furla.

I PRECURSORI – Il gruppo di moda italiano Gucci, che fa parte del gruppo di lusso con sede a Parigi Kering, ha già annunciato lo scorso ottobre che smetterà di usare la pelliccia nella sua collezione Primavera / Estate 2018, unendosi a brand che già hanno bandito le pellicce, come Armani, Hugo Boss, Tommy Hilfiger, Calvin Klein e il lusso online multimarca rivenditore Yoox Net-A-PorterLa stilista britannica Stella McCartney ha seguito a lungo la cosiddetta filosofia “vegetariana”, evitando non solo la pelliccia, ma anche la pelle e le piume.

CHI È IN DISACCORDO – Tuttavia, non tutti i dirigenti sono d’accordo con questa decisione. “Sono molto deluso nel sentire che Versace ha dichiarato che non useranno la vera pelliccia nelle collezioni”, ha detto l’amministratore delegato della International Fur Federation, Mark Oaten, sostenendo che “la maggior parte dei migliori stilisti continuerà a lavorare con la pelliccia perché, come sanno, è un prodotto naturale realizzato in modo responsabile. Credo davvero che la pelliccia sia una scelta naturale e responsabile per i designer e i consumatori”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.