Vestiaire Collective, la piattaforma per il lusso di seconda mano

Con 7 milioni di iscritti, sito e app si rinnovano e lanciano una campagna in cui la sostenibilità è il cuore verde anche e soprattutto del lusso.

0 174

Vestiaire Collective, piattaforma di riferimento nel mondo del second hand di lusso, si rinnova per celebrare i 7 milioni di iscritti. L’e-commerce, leader mondiale nell’acquisto e vendita di articoli di lusso di seconda mano, per il 2018 punta su strategie innovative di branding. Oggi la parola d’ordine è sostenibilità, e acquistare oggetti di lusso diventa una risposta eco-friendly al consumismo bulimico o a una fast fashion usa e getta che a volte nasconde, dietro lo sfruttamento della manodopera o la totale mancanza di rispetto per gli standard ambientali, il reale costo delle produzioni. La nuova campagna del marketplace francese e della sua app celebra proprio la community globale di Vestiaire Collective e la sua filosofia: prodotta in collaborazione con l’agenzia creativa francese BETC Etoile Rouge, esprime perfettamente la sofisticata identity dell’e-commerce. Un’operazione a 360° che coinvolge TV, stampa, online e social media, in tutti i territori chiave di Vestiaire Collective, tra cui il mercato europeo e asiatico. Fondata a Parigi, la piattaforma si concentra unicamente su prodotti di qualità, e conservati in ottimo stato.

[kelkoogroup_ad id="13540" kw="nature" /]

STRATEGIA MEDIA 2018 – Il progetto prevede il lancio del nuovo sito web, con una nuova grafica che coniuga l’interfaccia migliorata e funzioni avanzate per migliorare l’esperienza del consumatore e la sua navigazione su tutti i dispositivi. Il re-design del sito e dell’app introduce nuovi contenuti editoriali, una tipografia aggiornata e mobile-friendly. Il nuovo logo è protagonista anche in chiave eco-chic: a corredare gli acquisti second-hand infatti arriva un packaging sostenibile, realizzato per l’80% con materiali riciclati e fatto in modo tale da poter essere riutilizzato dal consumatore.

Sophie Hersen, cofondatrice di Vestiaire Collective.

VESTIAIRE COLLECTIVE – Il sito è stato lanciato con l’obiettivo di offrire una piattaforma online in cui le persone potessero comprare e vendere articoli di lusso di seconda mano in tutta fiducia. Oggi l’azienda ha sedi a Parigi, Londra, New York, Berlino e Milano, dove impiega una forza lavoro di circa 230 persone. Vestiaire Collective si distingue dagli altri marketplace per la sua equipe di esperti, che garantisce appunto un rigoroso controllo dell’autenticità e della qualità degli articoli proposti e venduti sul sito, ricorda il comunicato ufficiale.
Oggi il marketplace francese vanta una community di 5 milioni di utenti, vede coinvolti 48 nazioni in tutto il mondo e conta 7 milioni di visite al mese, il 70% delle quali da dispositivi mobili. Sul sito sono proposti più di 400mila articoli per la vendita e, ogni giorno, ne vengono depositati 3.500.

Questa nuova e ambiziosa direzione del nostro business rappresenta sia il DNA di Vestiaire Collective sia la sua visione per il futuro, rispettando nello stesso tempo quella che è la nostra attenzione verso i nostri consumatori”, ha dichiarato Ceanne Fernandes-Wong, Chief Marketing Officer e VP EMEA.

In ottobre Vestiaire Collective aprirà un nuovo Head Office a Parigi.

UN BUSINESS IN ESPANSIONE – Gli scorsi 12 mesi hanno visto la società allargare gli orizzonti nel mercato asiatico, con l’apertura di un grande centro di logistica nel nord della Francia e uno a Hong Kong, per facilitare maggiormente le capacità operative, e la nomina di un cospiquo numero di senior talents nel team di dirigenti. E proprio in ottobre Vestiaire Collective aprirà anche un nuovo Head Office a Parigi.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.