Wekiwi, per Altroconsumo è il fornitore di energia più conveniente

Il 24 ottobre 2018 Wekiwi si è aggiudicato la più rilevante asta italiana indetta da un gruppo d’acquisto per le forniture di energia a privati consumatori.

0 1.872

Wekiwi è il cost per l’energia più amato in Italia. Lo scorso 24 ottobre, infatti, il gruppo d’acquisto “Abbassa la Bolletta” di Altroconsumo, ha selezionato Wekiwi come il fornitore di energia più conveniente, che grazie alle tariffe più basse del mercato nell’energia elettrica, si è aggiudicato la più importante asta italiana indetta da un gruppo d’acquisto. Quest’anno hanno partecipato al gruppo d’acquisto circa 36mila utenti finali e Wekiwi è risultata la migliore offerta nell’energia elettrica. L’associazione “Altroconsumo” attraverso Abbassa la Bolletta, il suo storico gruppo d’acquisto sull’energia, dal 2013 ha coinvolto oltre 410mila persone per un risparmio medio di oltre 260 euro all’anno.

[kelkoogroup_ad id="13540" kw="nature" /]

ENERGIA DI QUALITA’ LOW COSTWekiwi è già da tempo ai primi posti dei comparatori d’offerta online grazie a un’offerta low-cost e a una filosofia aziendale che è stata, fin dal suo avvio, quella di semplificare processi e incentivare il cliente a gestire in maniera attiva la fornitura, attraverso la consapevolezza dei consumi e un sistema di gestione digitale.

PER SAPERNE DI Più: WEKIWI IN PRIMA LINEA NELLA PROMOZIONE DELL’USO DI LED

“Aver partecipato al gruppo d’acquisto è coerente con la nostra strategia, che prevede di non adoperare i canali commerciali tradizionali (vendite al telefono in outbound e agenzie di vendita porta a porta).” – afferma Massimo Bello, AD di Wekiwi – “L’offerta wekiwi è ad oggi disponibile solo online, su comparatori d’offerta o grazie a meccanismi di passa parola. I gruppi d’acquisto rappresentano un nuovo ambito per noi e siamo molto soddisfatti del risultato”.

PER SAPERNE DI Più: COMPARATORI ONLINE, QUALI SCEGLIERE?,

LA NOVITA’ DI WEKIWI – L’energia elettrica e il gas vengono considerate commodity a basso valore aggiunto, con scarsa differenziazione del prodotto e dell’offerta. I recenti e veloci cambiamenti nel settore dell’energia, la molteplicità dei diversi operatori sul mercato, hanno disatteso le aspettative dei consumatori che spesso non hanno trovato un riscontro positivo nel cambio di fornitore. Wekiwi ha voluto proprio invertire questa tendenza, imponendosi sul mercato con prezzi estremamente competitivi e allo stesso tempo cambiando il modo di rapportarsi con il cliente“Il gruppo d’acquisto mostra anche un altro risultato molto interessante che da tempo sosteniamo con Wekiwi” – continua Massimo Bello – “Ossia che si può risparmiare nel mercato libero dell’energia e la concorrenza fa bene al consumatore. Vediamo l’esempio dell’anno in corso, in cui i prezzi del mercato tutelato hanno continuato a crescere negli ultimi mesi. Spesso si dimentica di sottolineare che il mercato tutelato ha un prezzo che fluttua ogni trimestre in base all’andamento dei mercati all’ingrosso. Nel mercato libero invece prevalgono prezzi fissi. Quest’anno mediamente chi è passato al mercato libero ha risparmiato molto, anche oltre il 20% rispetto agli attuali prezzi dell’energia tutelati. La liberalizzazione non ha solo ricadute negative, bisognerebbe prestare più attenzione e sottolineare le ricadute positive della liberalizzazione”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.