World Water Forum, all’OCSE il King Hassan II Great World Water Prize

L'OCSE riceve il prestigioso premio per l'impegno profuso nel rendere l'acqua una priorità globale. Il vincitore è stato annunciato a Brasilia durante la cerimonia d'apertura dell'ottavo World Water Forum.

0 459

L’Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE) ha vinto la sesta edizione del King Hassan II Great World Water Prize, assegnato dal governo del Marocco e dal Consiglio Mondiale dell’Acqua durante l’ottavo World Water Forum di Brasilia, Brasile. Il premio, uno dei riconoscimenti più importanti nel settore dell’acqua, vuole mettere in luce le eccellenze nel campo della “cooperazione e gestione virtuosa in materia di sviluppo e utilizzo delle risorse idriche” con un assegno di $100.000 USD che l’OCSE riceve oltre al premio. Nel ritirare il prestigioso riconoscimento durante la cerimonia d’apertura dell’ottavo World Water Forum che si sta svolgendo a Brasilia, Ángel Gurría, Direttore Generale dell’organizzazione vincitrice, si è dichiarato onorato di ricevere il premio a nome dell’OCSE. Ha proseguito sottolineando la gravità delle crisi idriche che la comunità globale si trova oggi ad affrontare: “Più di 2 miliardi di persone nel mondo vivono in paesi che combattono con fenomeni di stress idrico, e molte di queste devastanti sfide non vengono nemmeno riportate dalla stampa. Un esempio sono i milioni di giovani donne a cui è negato l’accesso all’istruzione semplicemente per il fatto che non sono disponibili servizi igienici nelle strutture scolastiche. Queste terribili statistiche devono diventare storia passata”.

[kelkoogroup_ad id="13540" kw="nature" /]

OCSE Con sede a Parigi, ha ricevuto questo riconoscimento per il lavoro svolto nel rendere la sicurezza idrica un tema di primo piano, garantendo visibilità globale a varie questioni ad essa collegate e offrendo la sua guida per lo sviluppo di politiche in materia di sicurezza idrica sia a paesi OCSE sia a paesi non OCSE.

KING HASSAN II GREAT WORLD WATER PRIZE – Giunto alla sesta edizione, il King Hassan II Great World Water Prize ha lo scopo di dare risalto globale a politiche virtuose nel settore dell’acqua, ed è conferito dal Regno del Marocco insieme al Consiglio Mondiale dell’Acqua in tributo alla memoria di Sua Maestà Hassan II, re del Marocco dal 1961 al 1999. Il premio viene assegnato ogni tre anni nel contesto del World Water Forum da una giuria internazionale, che quest’anno è presieduta da Charafat Afailal El Yedri, Segretaria di Stato per il Ministero marocchino dei Lavori Pubblici, dei Trasporti, della Logistica e dell’Acqua. Il premio è conferito nell’ambito tematico della “cooperazione e solidarietà in materia di gestione e sviluppo delle risorse idriche”. La sesta edizione si è concentrata soprattutto su candidati che lavorano per creare “maggiore solidarietà e inclusione allo scopo di garantire acqua sicura e giustizia climatica”.

WORLD WATER FORUM – La premiazione della sesta edizione del King Hassan II Grand Prize è solo una delle importanti attività ed eventi che si tengono durante l’ottavo World Water Forum di Brasilia. Fondato dal Consiglio Mondiale dell’Acqua, il World Water Forum è un vertice internazionale che si pone come obiettivo quello di discutere i problemi legati all’acqua e trovare soluzioni alle questioni più urgenti. Il World Water Forum si tiene dal 18 al 23 marzo 2018 e ha come titolo “Sharing Water” (“Condividere l’acqua”), tema che sottolinea la capacità di questa preziosa risorsa di unire comunità e abbattere barriere. Il Consiglio Mondiale dell’Acqua invita tutti a partecipare al più grande evento al mondo sul tema, che riunisce capi di stato, ministri, decision maker di alto livello, esperti e professionisti del settore, enti locali e ricercatori. Il World Water Forum vuole mettere l’acqua al centro dello sviluppo globale e sensibilizzare i cittadini affinché si impegnino a costruire un futuro sostenibile.

WORLD WATER COUNCIL – Il WWC è una piattaforma internazionale che riunisce vari stakeholder nonché il fondatore e co-organizzatore del World Water Forum. La missione è quella di mobilitare l’azione sui problemi legati all’acqua a tutti i livelli, anche di decision-making, per coinvolgere le persone nel dibattito in corso e mettere in discussione i luoghi comuni sul tema. Il Council si concentra sulla dimensione politica della sicurezza delle risorse idriche, l’adattamento e la sostenibilità, e lavora per mettere l’acqua in cima all’agenda politica. Istituito nel 1996 a Marsiglia, Francia, il World Water Council conta tra i suoi membri oltre 300 organizzazioni da oltre 50 paesi.

REGNO DEL MAROCCO – Proteggere le risorse idriche è una priorità nazionale per il Regno del Marocco da prima che venissero stipulati gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile e del Millennio. Tra i vari progetti, il paese ha sviluppato politiche mirate in materia di dighe e riserve al fine di garantire il fabbisogno idrico nazionale e contribuire alla sicurezza alimentare nonché allo sviluppo economico e sociale. Oggi, sotto la guida di Sua Maestà Mohamed VI, il Regno del Marocco è impegnato nello sviluppo di politiche integrate di gestione delle risorse idriche e nella messa in atto di tecnologie innovative e alternative. Il Marocco è sul punto di vincere le sfide con la scarsità d’acqua, l’aumento della domanda e la protezione dell’ambiente. Grazie ai buoni risultati di queste politiche e alla cooperazione internazionale, il Marocco ha avuto il privilegio di ospitare la prima edizione del World Water Forum nel 1997 a Marrakech. Da allora, il paese ha partecipato a tutte le edizioni successive del World Water Forum.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.