Dorelan, I’M a DREAMER: Sogno_Riciclo_Creo

Con Dorelan, la scuola, l’impresa e il sociale in mostra nei luoghi del Buon Vivere.

0 53

Economia circolare e crescita sostenibile: è l’interpretazione di Dorelan al tema del Buon VivereSolo in Europa, ogni anno, vengono utilizzate quasi 15 tonnellate di materiali a persona; nello stesso periodo, ogni cittadino genera in media oltre 4,5 tonnellate di rifiuti. Da questa presa di coscienza ha preso forma il progetto I’M a DREAMER – Sogno_Riciclo_Creo, ideato da Dorelan – che proprio quest’anno festeggia il 50esimo anniversario dalla nascita dell’azienda – per favorire la sinergia tra imprese, enti e territorio, il sostegno al tessuto economico locale e la sostenibilità dei processi produttivi aziendali.


«È evidente che oggi l’economia lineare non può più essere l’unica modalità di sviluppo per un’impresa – sostiene Riccardo Tura
, responsabile commerciale e marketing di Dorelan, azienda forlivese –. Per questo vediamo il nostro futuro inserito in un’ottica di economia circolare, a stretto contatto con il territorio: un’evoluzione significativa che da anni ci impegniamo a promuovere e supportare».

SETTIMANA DEL BUON VIVERE – Un percorso virtuoso, iniziato nel novembre del 2017 e che vedrà la sua coronazione durante la Settimana del Buon Vivere 2018, realizzato con la preziosa collaborazione dei giovani studenti del Sistema Moda dell’Istituto Tecnico Saffi-Alberti di Forlì e di CavaRei, polo integrato a sostegno della disabilità, creato dalle cooperative sociali Tagram e Cammino, per essere un punto di riferimento per la comunità e offrire a persone con disabilità opportunità educative, lavorative e di inclusione nel territorio. Dorelan ha messo a disposizione degli studenti i propri materiali in esubero, chiedendo loro, nel rispetto dei vincoli tecnico-operativi necessari, di sviluppare prototipi destinati a essere industrializzati.

I giovani fashion designer, dopo aver scelto e testato i materiali, hanno espresso la loro creatività e il loro ingegno: durante la Dorelan@Schoolsono nati progetti nuovi e visionari, legati all’ambiente notte e adatti a interessanti scenari espositivi e di vendita. 20 prototipi più indicati per la futura industrializzazione sono stati inviati a CavaRei, per la realizzazione finale e la produzione in serie. Una scelta strategica, al fine di offrire opportunità occupazionali a persone disabili e svantaggiate. Grazie alle diverse competenze e ai servizi offerti da Cavarei, alla professionalità e all’attenzione al dettaglio garantiti in ogni singola fase della lavorazione, le idee dei giovani designer si sono concretizzate e i materiali di recupero hanno preso nuova vita. I frutti di questa iniziativa saranno in esposizione dal 15 al 30 settembre negli spazi della Fondazione Cassa di Risparmio di Forlì, per condividere e rendere tangibile il sogno di un futuro economico e sociale differente ma possibile, davvero sinonimo di Buon Vivere.

«Crediamo nella sinergia tra aziende del territorio ed enti, come le scuole e le cooperative sociali. Crediamo nel futuro e nella creatività dei più giovani, e crediamo anche che dalle più piccole idee possano nascere grandi progetti»: Pietro Paolo Bergamaschi e Diano Tura, fondatori e presidenti Dorelan 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.