Movimento: tutti i benefici

0 129

La vita sedentaria è deleteria, si sa. Di contro, è bene puntare sull’attività fisica praticata con regolarità, meglio se all’aria aperta perché il sole ha numerosi benefici sulla nostra salute.

[kelkoogroup_ad id="13540" kw="nature" /]

Bisognerebbe praticare sport dai 30 ai 60 minuti al giorno per 3-5 volte alla settimana, ma senza esagerare e tenendo conto delle preferenze personali, dell’età e delle condizioni fisiche. Con questa costanza si riducono alcuni fattori di rischio cardiovascolare come diabete, ipertrigliceridemia, ipertensione arteriosa e obesità. Inoltre, fare movimento aiuta a contrastare l’ansia e la depressione, protegge da alcuni tumori come quello al colon o al seno, previene l’osteoporosi e la stipsi.
Il tipo di attività, la frequenza e la durata degli allenamenti è legata alle preferenze personali, all’età e alle condizioni fisiche. “Considerando che spesso si comincia una pratica sportiva senza allenamento, bisogna evitare sforzi eccessivi e affaticamento che possano mettere a rischio il cuore e causare infortuni”, spiega Roberto Volpe, medico del Servizio prevenzione e protezione del Cnr.

Vanno evitate le ore centrali della giornata con temperature più elevate in cui è facile sudare e perdere sali minerali come sodio, cloro e potassio che sono essenziali per il buon funzionamento di cuore e muscoli. Importante è anche mantenersi idratati durante e dopo l’attività fisica, bevendo acque a buon contenuto di sali minerali oppure tè, yogurt da bere e succhi di frutta. È consigliabile indossare sempre un cappellino per evitare il colpo di caldo e bagnarsi spesso con acqua fresca, per abbassare la temperatura corporea”.
Prima di iniziare la pratica di qualsiasi disciplina, è bene sottoporsi a un controllo medico. “Non vanno mai sottovalutati i malesseri, specie se si avvertono durante l’attività fisica dolore acuto nella zona del cuore, sensazione di costrizione al petto o in gola, mal di stomaco, emicrania, sintomi che devono far interrompere immediatamente l’attività e contattare subito il 112″, conclude Volpe.

La Redazione

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.