Pediluvi: come usare gli oli essenziali

Pediluvi: come usare gli oli essenziali

Trattamento idroterapico è utile per migliorare l’aspetto e la salute dei piedi

Pediluvi: come usare gli oli essenziali

Bisognerebbe prendere l’abitudine di ritagliarsi un momento di benessere e relax durante l’arco della giornata, a partire dal pediluvio serale. Questo trattamento idroterapico è utile per migliorare l’aspetto e la salute dei piedi, è economico e non richiede molto tempo.

Gli oli essenziali sono delle miscele di sostanze aromatiche, presenti in natura sotto forma di minuscole goccioline nei fiori, nelle foglie, nella buccia dei frutti, nella resina e nel legno di molte piante. Sono volatili, solubili in olio e in alcool, ma non in acqua e si suddividono in tre note.

Le note di cuore, che abbracciano i profumi floreali, dalla volatilità media e costituiscono il cuore di una composizione. Sono le essenze ricavate dai fiori e hanno un effetto riequilibrante e vitalizzante. Sono capaci di liberare le emozioni e sono attive soprattutto nei momenti in cui l’anima è in disquilibrio.

Le note di testa, raggruppano i profumi che si avvertono per primi. Sono essenze fresche e fruttate come quelle degli agrumi e hanno un effetto calmante. In una composizione sono le note che si avvertono per prime e si dissolvono velocemente lasciando una piacevole sensazione di leggerezza. Sono note fresche, quasi fredde, rendono le idee chiare e agiscono sul morale donando felicità.

Le note di base, infine, sono i profumi dalla vibrazione bassa, densa, dal profumo caldo e pesante, dalla minor volatilità; in una composizione fissano e legano le altre note rendendo stabile la profumazione. Sono oli ricavati dai legni, resine e spezie e hanno un effetto tonificante.

Per ottenere una composizione armonica e completa l’ideale è creare una miscela che contenga le tre note, testa, cuore e base.

Nel caso dei pediluvi consigliamo queste ricette per contrastare i malesseri più frequenti: contro la sudorazione dei piedi, una miscela con 3 gocce di Salvia, 4 di Cipresso, 3 di Lavanda e 3 di Lemongrass; contro i piedi stanchi, 5 gocce di Ginepro, 3 di Lavanda e 2 di Rosmarino; contro calli e duroni, 7 gocce di Tea Tree, 7 di Tuja e 7 di Timo Rosso; contro i piedi gonfi, 5 gocce di Menta, 5 di Eucalipto e 3 di Ginepro.

Basta preparare l’acqua calda, metterla in una bacinella, aggiungere tutti gli ingredienti e immergere i piedi per almeno 15-20 minuti. Trascorso il tempo, asciugare e idratare con della crema o del burro di karitè.

 

Anna Simone

Arianna Pinton

Arianna Pinton

RELATED ARTICLES

Il vino entra in spa

Il vino entra in spa

In tutta la val Gardena il vino ha un ruolo importante sulla tavola e all’hotel Tyrol di Selva di Valgardena

SCOPRI DI PIÙ

Leave a Reply