Rossetti, si possono riciclare. Ecco come.

Basta vecchi rossetti abbandonati nel cassetto o in borsetta. Ne avete altri quasi finiti che non usate più? Oppure qualcuno è rotto? Diamo loro una seconda vita.

0 687

Riciclare i vecchi rossetti è un modo facile, veloce ed ecologico (così non vengono gettati tra i rifiuti!) per non sprecare quelli che si sono rotti, o che languono inutilizzati da tempo, o che sono quasi finiti e quindi sono scomodi da passare sulle labbra. Ma si possono anche mescolarne diversi tipi, e creare così nuovi colori. Vediamo insieme come riciclare i rossetti e farli tornare come nuovi.

DATA DI SCADENZA? NESSUN PROBLEMA – Anche i rossetti, come ombretti, cosmetici in generale e creme per il viso, hanno una data di scadenza: in genere si aggira intorno ai 12 o 24 mesi (è indicata sulla confezione), e spesso ci si accorge che il rossetto è un po’ vecchio perché non ha più il suo odore tipico. Nessun problema, perché per riciclarlo, il rossetto verrà scaldato sul fuoco: a contatto con il calore le sue proprietà cambieranno, e tornerà riutilizzabile.

CHE COSA SERVE:

  • 1 vecchio rossetto (si possono anche mescolare due o più colori per ottenere una tonalità tutta nuova)
  • vaselina (facoltativa) o olio naturale
  • 1 pentola
  • 1 pentolino con fondo antiaderente
  • 1 cucchiaino di metallo, o 1 coltello o 1 stuzzicadenti
  • uno o più contenitori dove riporre il rossetto finito come il tubetto di un vecchio lucidalabbra o il contenitore di un vecchio ombretto (nei negozi si trovano anche nuovi, in plastica trasparente, per i trucchi fatti in casa).

IL PROCEDIMENTO:

  1. Prelevate il rossetto vecchio o i fondi restanti dei nostri rossetti con il cucchiaino o la punta di un coltello e mettetelo nel pentolino antiaderente. Se volete riciclare più rossetti, metteteli tutti nello stesso pentolino.
  2. Scaldate a fuoco lento dell’acqua in un’altra pentola nella quale immergere il pentolino, a bagnomaria.
  3. Mescolate il rossetto sciolto senza portarlo a ebollizione perché tende ad alterare il colore.
  4. Se state mescolando più colori, assicuratevi che il colore finale sia completamente omogeneo. Se serve, mescolate il rossetto liquido con lo stecchino o con il cucchiaino finché l’aspetto non sarà uniforme.
  5. A questo punto potete aggiungere la punta di un cucchiaino di vaselina due gocce di olio naturale per rendere più morbida la crema. Questo passaggio è facoltativo, ma la vaselina ammorbidisce il rossetto, e più ne aggiungete, più morbido sarà il prodotto finale.
  6. Travasate subito il nuovo rossetto liquido nel contenitore scelto: in un contenitore tondo e largo ovviamente sarà più facile (potrete poi stenderlo sulle labbra con un pennellino, come i truccatori professionisti…).
  7. Lasciate solidificare il nuovo rossetto. Mettendolo in frigo, sarà pronto in 30 minuti, ma per sicurezza aspettate un’ora prima di utilizzarlo.

TRASFORMARE UN ROSSETTO IN UN GLOSS – È molto semplice: la procedura è la stessa, si usa sempre il metodo a bagnomaria, e basta amalgamare al fondo del rossetto del burro di karitè che potete trovare in vendita in erboristeria o al supermercato. Anche in questo caso, versando il composto in un barattolino, sarà possibile utilizzarlo con un pennellino.

Speriamo che vi sia stata utile questa piccola guida su come riciclare i rossetti. Allora, vi è venuta voglia di far rivivere i vostri vecchi rossetti e dare una mano all’ambiente? 🙂

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: SVEZIA, IL CENTRO COMMERCIALE CHE VENDE TUTTO RICICLATO

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.