Alle British Virgin Islands nasce l’unico sito diving al mondo per la tutela della fauna marina

Alle British Virgin Islands nasce l’unico sito diving al mondo per la tutela della fauna marina

Il relitto della Zodiak Queen trasformato in punto d’incontro tra avventure subacquee e salvaguardia dell’ecosistema

Alle British Virgin Islands nasce l’unico sito diving al mondo per la tutela della fauna marina

Project YOKO B.V.I. Art Reef è un’iniziativa unica nel suo genere: nell’arcipelago delle Isole Vergini Britanniche un relitto della Kodiak Queen, una delle imbarcazioni da guerra scampate all’attacco di Pearl Harbor, è stata trasformata in una barriera artificiale e installazione d’arte sommersa, dove flora e fauna marine a rischio possono proliferare. In questo modo alla tutela dell’ecosistema marino si uniscono esperienze di wreck diving e nuove forme di espressione artistica in un unico sito diving al largo dell’isola di Virgin Gorda.

Scampata a Pearl Harbor, la Kodiak Queen venne disarmata e riconvertita in nave da pesca. Dopo decenni d’oblio, nel 2012 venne riscoperta in un deposito rottami a Road Town (la capitale delle BVI, sull’isola di Tortola) dallo storico Mike Cochran, che creò un sito web per salvarla dalla rottamazione. Fu così che il fotografo Owen Buggy, amico di Sir Richard Branson, venne a conoscenza dell’imbarcazione e propose al patron della Virgin di ridarle nuova vita.
Così grazie a un progetto che ha visto unire le forze di partner molto diversi tra loro, la Kodiak Queen è stata calata lo scorso 11 aprile al largo delle coste di Virgin Gorda, andando a creare un sito diving brulicante di vita marina, nonché una vera e propria gigantesca installazione d’arte sottomarina: la nave è infatti stretta dalla morsa letale di un imponente Kraken in armatura metallica, i cui tentacoli si estendono fino a 25 metri di lunghezza. Quest’ opera scultorea è stata pensata per recuperare e preservare l’ecosistema marino a rischio, sensibilizzando il grande pubblico su questa delicata tematica ed educando i più piccoli alla conservazione dell’oceano, grazie a un programma formativo ad hoc.

Project YOKO BVI Art Reef avrà quindi un impatto positivo sull’ecosistema marino delle Isole Vergini Britanniche, grazie all’approccio innovativo di ricerca di soluzioni sostenibili per le sfide ecologiche della nostra epoca e, allo stesso tempo, incentiverà il turismo diving dell’arcipelago, offrendo un’esperienza sottomarina memorabile agli appassionati di immersioni.

 

La redazione

Anna Simone

RELATED ARTICLES

WaterFirst, la competizione su progetti per l’acqua

WaterFirst, la competizione su progetti per l’acqua

Scade il 30 dicembre 2017 il termine per presentare le candidature per WaterFirst!, la competizione rivolta a start

SCOPRI DI PIÙ

Leave a Reply