La rivista di stile, vita, benessere e cultura green a 360 gradi

Animali domestici, 60 milioni vivono nelle famiglie italiane

1

Gli animali domestici in Italia sono accolti da numerose famiglie. Al primo posto si piazzano i pesci che raggiungono quasi 30 milioni, cui seguono gli uccellini che sfiorano quota 13 milioni.
E il cane, da sempre considerato il miglior amico dell’uomo? Il numero di quelli che vivono in casa è pari a7 milioni, mentre i gatti sono circa 7,5 milioni. Ma non finisce. Altri piccoli mammiferi rallegrano l’atmosfera casalinga, come i conigli, i furetti e i roditori (criceti, cavie, cincillà e degu), che raggiungono quota 1,8 milioni, invece, tartarughe, serpenti e iguane sono circa 1,3 milioni.
Questi numeri emergono dal decimo rapporto Assalco – Zoomark, un compendio annuale sul mondo dei pet, di recente presentato a Bologna in occasione di Zoomark International, il salone internazionale sui prodotti e le attrezzature per gli animali da compagnia.

Si stima siano almeno 60 milioni i pet nelle famiglie in Italia. Fanno parte di nuclei familiari in generale più numerosi rispetto alla media nazionale -2,8 componenti a fronte di 2,4 -, anche se gli animali da compagnia sono in crescita anche nelle famiglie con un solo componente (passate dall’8,4% del 2011 all’11,1% nel 2017).
Gli italiani risultano attenti a garantire la miglior qualità di vita possibile per i propri pet. Il 77% degli animali d’affezione viene nutrito con pet food industriale 7, l’85% dei veterinari lo raccomanda poiché ritenuto bilanciato, nutriente e sicuro. 9 proprietari su 10 hanno un veterinario di riferimento e l’85% ci va abitualmente una o più volte all’anno.

Il rapporto sottolinea inoltre che gli anziani oltre i 65 anni dichiarano che grazie agli animali domestici umani hanno visto migliorare il loro benessere psicofisico e le relazioni sociali, mentre i bambini di famiglie con un animale domestico fanno meno assenze a scuola.

La Redazione

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.