Cagliari, tutti in caffetteria dove si coccolano i gatti

0 150
È un’idea vincente quella della venticinquenne cagliaritana Cristina Rivano: il suo locale, la Caffetteria dei gatti, aperto settimana scorsa in via San Giacomo, sta attirando decine e decine di avventori incuriositi. L’idea funziona: inaugurato domenica scorsa, il bar è affollatissimo. E non è il primo esempio in Italia; tra i più famosi si citano il MiaGola Torino e il CrazyCatCafé di Milano.
«Quando andavo alle superiori avevo scoperto che in quel Paese esistono già da anni i cat cafè. Perché non portare quest’idea anche qui?, mi sono detta» ha spiegato ai giornalisti. I tavolini sono sempre occupati da clienti che accarezzano un micio mentre bevono un cappuccino o mangiano una brioche.
I MICI
Le star sono loro: Carlotta, Oliver, Iris e Hope, i mici coccoloni.
«Gatti strappati a un destino di crudele: Carlotta è l’unica sopravvissuta all’avvelenamento di una colonia felina, Oliver è stato investito e ancora risente dell’incidente, Iris e Hope erano destinati a morire di ipotermia e sono stati salvati dalle volontarie di Iglesias».
La loro vita è cambiata completamente: sono addirittura i mici a dettare gli orari di apertura e chiusura del locale.
LE REGOLE
È indispensabile seguire alcune regole.
  • Non bisogna disturbarli quando dormono;
  • Non bisogna cercarli: sono loro che vanno dalle persone quando desiderano le coccole;
  • Vietato portare altri animali;
  • È proibito dare cibo.
IL PROGETTO
Cristina Rivano è riuscita a crearlo nonostante tante difficoltà.
Ha impiegato un anno e mezzo per riuscire ad aprire il locale, soprattutto per ostacoli burocratici. Ha però beneficiato di un aiuto pubblico. Grazie a Garanzia giovani, ha ricevuto un finanziamento di 25mila euro, trattandosi di un progetto di auto imprenditorialità.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.