Come non consumare in casa quando si è in vacanza

0 76

I consumi energetici e idrici dovrebbero essere prossimi allo zero quando non siamo in casa e magari ci stiamo godendo il meritato riposo in vacanza, tra la natura incontaminata. Invece non è così. Dal rubinetto che perde all’elettrodomestico in standby sono numerose le fonti di spreco.
SosTariffe.it ci ricorda le cose da fare prima di partire per evitare brutte sorprese al rientro:

[kelkoogroup_ad id="13540" kw="nature" /]

Spegnere il frigo. Influisce sulla bolletta dell’elettricità e se in casa non rimane nessuno è inutile tenerlo in funzione; deve essere vuoto quando si stacca la spina e va lasciato con lo sportello aperto, altrimenti potrebbero crearsi cattivi odori dovuti all’insorgere di muffe. Lo stesso discorso vale per il freezer.

Elettrodomestici e impianto di energia elettrica. È bene, per una questione di sicurezza ma anche per evitare sprechi inutili di energia elettrica, scollegare le prese degli elettrodomestici e degli apparecchi elettrici. Non basta con spegnerli, è consigliato togliere le spine. Per motivi di sicurezza, inoltre, è consigliato scollegare anche l’antenna TV per evitare che un eventuale sbalzo di corrente elettrica danneggi il dispositivo.

Impianto acqua. Prima di lasciare casa chiudere la valvola principale dell’acqua: se dovessero verificarsi degli sbalzi di pressione nel circuito idrico si potrebbero produrre delle perdite, con conseguenti sprechi di acqua.

Impianto gas naturale. Nel caso del gas delle eventuali perdite, seppur remote, non solo significherebbero un costo extra sulla bolletta del gas, ma sarebbero delle fughe pericolose. Per questo motivo è molto importante chiudere la valvola principale.

La Redazione

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.