La rivista di stile, vita, benessere e cultura green a 360 gradi

Dalle vecchie botti si producono occhiali

3

Le vie del riciclo dei materiali sono spesso ricche di fascino. Come nel caso di Barrique Eyewear, il primo occhiale in legno realizzato utilizzando doghe di rovere provenienti dalle barrique del vino. Il progetto, ideato dal giornalista e sommelier Marco Pozzali, nasce per dare una seconda vita al legno pregiato sfruttando le vecchie botti non più utilizzabili in enologia.

“Le barrique completano il loro ciclo di vita in quattro, massimo cinque anni e poi si devono sostituire – spiega Pozzali –. Una volta venivano bruciate, oggi si cerca di riutilizzare questo legno, anche in chiave ecologica. Da qui l’idea di ridare vita a questa materia prima sotto altra forma, cioè occhiali di alta qualità”.

 

Il progetto è stato ideato dal giornalista e sommelier Marco Pozzali.

Per arrivare al prodotto finito, la lavorazione prevede vari passaggi. Si inizia disassemblando le doghe delle botti che poi vengono immerse in vasche d’acqua calda dove restano in ebollizione per due giorni. Nello step successivo le parti di legno vengono combinate con il lino naturale e viene data vita a montature leggere e resistenti alla deformazione. Frontalino e aste sono poi assemblati e rifiniti a mano per ottenere la montatura Barrique e una tecnologia, chiamata Custom6, fa si che il legno non si modifichi troppo. Anche le custodie sono costruite partendo da vecchie barrique.

 

 

La ricerca sul materiale, insieme a una lavorazione Made in Italy che combina sapere artigiano e tecnologia, rende ogni occhiale un pezzo unico. Basti pensare che le montature sono realizzate da Custom 6 a Lozzo di Cadore, già noto per la sua attività di ricerca e realizzazioni di montature in carbonio ma anche in fibre naturali come il lino e il legno, appunto.

Barrique è quindi un prodotto dedicato a chi ama il vino, a chi è attento all’ambiente, alle tendenze, a chi sa apprezzare un oggetto sofisticato che ha una storia alle spalle. Allo stesso tempo si rivolge anche ai produttori di vino che vogliano fornire una propria personale barrique, in cui abbia riposato un vino significativo, per la creazione di un occhiale unico, magari suggellato dal proprio logo aziendale in edizione limitata.

Anna Simone

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.