La spesa intelligente esiste. Ecco i 5 consigli

0 84

La spesa intelligente è un luogo comune, una chimera o un obbiettivo effettivamente perseguibile? La risposta è positiva. E sta in un minimo di programmazione, metodo e un po’ di sale in zucca.

[kelkoogroup_ad id="13540" kw="nature" /]
Innanzitutto è utile andare al supermercato con la lista. Sebbene il nostro consiglio e’ quello di iniziare a cercare, con un po’ di tempo a disposizione, fornitori locali (i vecchi negozianti) che garantiscano di persona la qualita’ e la provenienza dei cibi che propongono.
Se avete, come molti, poco tempo a disposizione, il primo suggerimento pratico è quello di segnare quotidianamente su una lavagnetta in cucina che cosa manca. Allo stesso modo è sempre meglio cercare di non dimenticare la possibilità di sfruttare le offerte, che sono sempre presenti e sempre meglio pubblicizzate, magari facendosi aiutare un pizzico dalla tecnologia.
Come secondo punto Pure Green Italia consiglia di programmare la spesa una volta la settimana. Questo consente di gestire meglio il proprio tempo, velocizzando la spesa stessa perché meno dispersiva e più mirata.
Dunque, fare la spesa in modo intelligente è possibile, basta osservare alcune regole per una spesa sostenibile che aiuti a evitare sprechi anche lato produzione. Vediamo i punti necessari:

1. La pianificazione di un menu settimanale. 

In questo modo è possibile ottenere un grande risparmio sui costi della spesa, perché avrete chiaro sin da subito quali piatti preparare, acquistando solo quelli realmente necessari. Infine, potrete anche pianificare un menu più sano per i vostri bambini.

2. L’iscrizione ai programmi fedeltà. 

La seconda regola aurea per una spesa intelligente è iscriversi ai programmi fedeltà. Le affiliazioni regalano oggi tante occasioni per approfittare di sconti e di vantaggi sulla spesa.

3. Mai fare la spesa sotto i morsi della fame.

Questi annebbiano il cervello e impediscono di fare una spesa intelligente, dato che tendiamo ad acquistare solo per impulso, e dunque cose piu’ costose. Andando al supermercato da sazi, invece, possiamo gestire meglio le nostre decisioni di stomaco e fare una spesa che sia più sana ed economica. Un altro consiglio? Tenete sempre della frutta a casa, da mangiare come spuntino prima di andare a fare la spesa.

4. Imparare a sfruttare le app.

Oggi gli smartphone possono aiutare anche a risparmiare quando facciamo la spesa. Le app ci consentono di verificare quali sconti sono presenti al supermercato, ai comparatori dei prezzi degli alimenti, e ovviamente alle applicazioni che ci consentono di gestire calcoli e pianificare la spesa, potendo così avere un maggiore controllo sui nostri scontrini. Infine, esistono anche delle app che ci permettono di impostare un budget di partenza e che ci avvisano quando lo superiamo.

5. Imparare a resistere agli scaffali.

I supermercati sanno come superare le barriere difensive dei consumatori, per tentarli all’acquisto anche quando si mettono in pratica i consigli visti oggi. Ed ecco che l’ultima regola è sapere sempre che il posizionamento degli scaffali non è mai casuale: il segreto è diventare padroni del vostro percorso, senza farvi guidare dai prodotti esposti in un certo modo negli scaffali. Con una lista della spesa, sarà più semplice difendervi dalle tentazioni.
Infine, un suggerimento su quali alimenti inserire nella spesa settimanale.
– Frutta e verdura: oltre la settimana possono andare a male.
– Carne e pesce (se li mangiate) da consumare subito o da surgelare.
– Pane: se si surgela.
– Uova: a seconda della scadenza.
– Latte: a lunga conservazione. Quello fresco richiede di essere consumato abbastanza velocemente.
– Alimenti freschi: come quelli da banco, da acquistare per i primi giorni della settimana.
– Alimenti da dispensa: approfittare di eventuali offerte o promozioni essendo la loro scadenza relativamente lunga.
– Detersivi e prodotti per la casa: sfruttare anche in questo caso eventuali offerte, prediligendo i prodotti che rispettano l’ambiente.
Arianna Pinton

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.