La rivista di stile, vita, benessere e cultura green a 360 gradi

Merano e dintorni, cosa vedere con la bici

2

La bicicletta è il mezzo ideale per muoversi e visitare Merano e dintorni, così da raggiungere rapidamente gli angoli più nascosti della città e per spingersi nelle zone circostanti alla scoperta di paesi, castelli o scenari naturali incantevoli.

La rete di piste e percorsi ciclabili è piuttosto articolata, attraversa frutteti e vigneti, arrivando su fino ai valichi alpini, di fianco a corsi d’acqua o in città. Tra le piste che meritano un’attenzione particolare spiccano quella della Val Passiria, che con un dislivello di circa 370 metri in 20 km costeggia idilliaci frutteti, romantici ponticelli e incantevoli paesi come S. Martino, Sorgente, Saltusio e Rifiano, e la Via Claudia Augusta, che da Naturno si snoda lungo l’Adige. Per percorrere l’intero tracciato, si può raggiungere il paese di Malles in treno e passo Resia in pullman. Da lì poi si parte per un itinerario facile in leggera discesa, attraverso i prati e i frutteti della Val Venosta, fino ad arrivare a Merano (80km).

Per gli amanti della mountain bike, ci sono i tour di rifugio in rifugio, in cui alla sfida sportiva si associa il piacere di assaporare le delizie locali. La bike highline di Merano, ad esempio, collega i ristoranti alpini sul Monte Tramontana di Naturno, a un’altitudine tra i 1450 e i 1900 metri, mentre per il ritorno si possono sfruttare i vari trail che riportano a valle oppure le strade forestali.
Numerosi sentieri si trovano anche nella zona di Parcines e Naturno, ma i meno allenati possono noleggiare mountain bike elettriche con la pedalata assistita ed e-bike presso i diversi noleggi nelle località di Merano e dintorni. Inoltre, nel territorio di Naturno sono presenti vari bike hotel, che propongono servizi e offerte su misura per i ciclisti, come ad esempio un tipo di alimentazione adeguata alla pratica sportiva.
Questo territorio è poi perfetto per gli appassionati di bici da corsa, soprattutto per le strade panoramiche che portano ai passi, come quelle che conducono al Passo Rombo (2.509 m) al Passo di Monte Giovo (2.094 m) o al Passo Palade (1.152 m).
Conviene approfittare della bella stagione per provare piste ciclabili e sentieri.

La Redazione

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.