Eurven, col riciclo incentivante guadagnano tutti

0 138

Per riciclare i rifiuti c’è un modo innovativo: il riciclo incentivante tramite compattatore. Portando bottiglie di plastica o lattine di alluminio si fa il proprio dovere e per ogni pezzo consegnato si riceve in cambio un eco bonus, spendibile nel luogo dove è installato il macchinario.
Abbiamo intervistato Carlo Alberto Baesso, amministratore delegato di Eurven, azienda leader nei sistemi di compattazione e riciclo rifiuti, che ci ha spiegato i punti di forza di questo sistema di gestione dei rifiuti.

[kelkoogroup_ad id="13540" kw="nature" /]

Che cos’è il riciclo incentivante?
È la più intelligente e concreta forma di raccolta differenziata e avvio al riciclo: i cittadini ormai sono predisposti a essere premiati per un gesto virtuoso. Per i comuni o le società di raccolta il costo della tassa dei rifiuti con questo sistema è molto più contenuto e ciò è dimostrato statisticamente sia nei paesi più avanzati ed evoluti sia nei paesi più poveri e arretrati. Inoltre, la raccolta differenziata ottenuta è percentualmente e quantitativamente più elevata.

Quali sono le installazione di Eurven che stanno raccogliendo maggior successo?
Riscontriamo ottimi risultati a Parma, Treviso, Roma, ma in generale anche in Calabria, Puglia, Emilia Romagna e Lombardia. Inoltre, sono in fase di partenza le altre regioni d’Italia. È il consenso e la credibilità del fattore “funziona” che genera la domanda e quindi la richiesta dei comuni o delle municipalizzate.

Chi può installare gli eco-compattatori Eurven e cosa deve fare per installarli?
Tutti, o meglio chiunque voglia gestire un sistema che premia i cittadini e aumenta le vendite di commercianti locali traendo esso stesso un introito dall’eco-marketing, cioè la pubblicità green che premia riciclo e raccolta differenziata nei sistemi Eurven. Per installare i sistemi bisogna solo chiedere l’autorizzazione al comune.

Cittadini e riciclo: cosa prevede per il futuro?
Sempre più consensi e richieste da parte di un nuovo modo di affiancare la normale raccolta differenziata.
Se vogliamo che aumenti la raccolta differenziata e diminuiscano le tasse di gestione dei rifiuti, serve premiare concretamente i cittadini virtuosi, che faranno volentieri la raccolta differenziata.

Anna Simone

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.