Farfalle d’Italia, una casa per salvarle

Farfalle d’Italia, una casa per salvarle

Farfalle d’Italia, una casa per salvarle

Farfalia non è il nome di una nuova specie di farfalle, ma una casa dove vengono allevate, studiate e liberate. L’ultima liberazione c’è stata qualche giorno fa e per un attimo il cielo si è riempito di colori danzanti.

Farfalia si trova in Puglia, a Monopoli, all’interno del suggestivo giardino botanico Lama degli Ulivi, dove è stato ricreato l’habitat ideale per la riproduzione e la vita di decine di specie di farfalle, tutte tipiche del ricco ecosistema pugliese. Questo progetto è portato avanti da Polyxena, associazione di salvaguardia della biodiversità, e da Friend of the Earth, organizzazione per la certificazione di prodotti da agricoltura sostenibile.
L’obiettivo è sostenere la riproduzione delle farfalle così da favorire le chance di sopravvivenza e reintrodurle in natura in aree adatte alle loro esigenze. Come? Ampliando le conoscenze su alcune specie autoctone in via di estinzione, individuando gli elementi di minaccia e trovando le misure di protezione adeguate per evitarne la scomparsa.

A ciò si aggiunge la sperimentazione dell’allevamento di specie minacciate come Zerynthia polyxena e Melanargia arge per poi rilasciarle in natura, il che presenta un potenziale applicativo in futuri progetti di ripopolamento. Le farfalle allevate, infatti, in parte sono liberate in ambienti adatti alla loro presenza, in parte restano nella struttura per garantire il susseguirsi delle generazioni nel tempo.

In Farfalia, struttura di 90 m2, le specie considerate comprendono sia quelle più comuni, sia specie in pericolo a livello europeo perché minacciate dalla sottrazione e frammentazione degli habitat, dai cambiamenti di uso del suolo e dai cambiamenti climatici.

La casa è aperta al pubblico e i cittadini sono coinvolti in prima persona, considerando che è partito un programma di monitoraggio delle popolazioni di lepidotteri nella vicina Riserva Naturale “Lago di Conversano e Gravina di Monsignore” che prevede la partecipazione dei visitatori.
Tra l’altro, da tutta Italia si può contribuire a una maggiore conoscenza delle farfalle: Friend of the Earth e Polyxena propongono una sorta di censimento collaborato, ovvero quando si avvista una farfalla basta fotografarla e inviare l’immagine a info@friendoftheearth.org oppure via whatsapp ai numeri +39 3441580067 o +39 3485650306. Gli avvistamenti verranno catalogati e inseriti nella mappa delle farfalle, il che consentirà di sensibilizzare le amministrazioni locali sull’importanza di tutelare il territorio per salvaguardare le oltre 280 specie che popolano i paesaggi naturali del Belpaese.

Anna Simone

Anna Simone

RELATED ARTICLES

Formula E, il campionato mondiale per le monoposto elettriche a Roma

Formula E, il campionato mondiale per le monoposto elettriche a Roma

È il 14 aprile la tappa romana del Gran Premio di Formula E, che vedrà sfrecciare bolidi elettrici per alcuni

SCOPRI DI PIÙ

Leave a Reply