La rivista di stile, vita, benessere e cultura green a 360 gradi

Il Centro Botanico Moutan, dove vivono solo peonie

12

Nella verdeggiante campagna dell’alto Lazio c’è un luogo inaspettato animato da centinaia di peonie: è il Centro Botanico Moutan, il giardino botanico monotematico che raccoglie la più vasta collezione al mondo di peonie arbustive originarie della Cina; qui tra lecci, ulivi, allori e cipressi, trovano il loro habitat ideale

Alcuni esemplari sono nati da innesti unici, frutto della passione e degli studi dedicati alla conoscenza di questa pianta da una equipe di esperti. Le prime piante messe a dimora sono arrivate dalla Cina all’inizio degli anni ’90 e oggi il Centro conta su 650 varietà differenti per offrire ai visitatori lo spettacolo della fioritura di circa 250mila piante.
È inoltre un vivaio specializzato in cui è possibile acquistare le varietà più rare, di differenti dimensioni ed età, considerando che le peonie arbustive possono essere spedite a radice nuda ovunque nel mondo, nel periodo compreso tra ottobre e gennaio, mesi in cui la pianta può essere espiantata e trapiantata senza subire alcun trauma e restare fuori dal terreno anche per tempi prolungati.

La peonia è una pianta forte e robusta, con fiori da colori intensi e profumo inebriante. Ha il vantaggio di essere semplice da coltivare e richiede pochissime cure, cioè una buona esposizione solare e un costante drenaggio del terreno, elementi sufficienti per poter ammirare una fioritura ottimale. Può crescere sia a terra sia in un vaso, ma se si sceglie di coltivata a terra, è bene creare una buca profonda almeno 80/90 cm e coprire il fondo con ghiaia, ciottoli o argilla espansa.

La Redazione

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.